LA RACCOLTA FIRME CONTRO LA CHIUSURA DEL PUNTO NASCITE DELL’OSPEDALE DI OZIERI


di Maria Vittoria Dettoto

Il Comitato Progetto 2.0, del quale mi sono fatta promotrice, ha attivato una raccolta firme contro la chiusura definitiva del punto nascite di Ozieri e la richiesta di riconversione dell’ospedale Antonio Segni di Ozieri come presidio di I livello.

L’iniziativa è nata dalla consapevolezza che è necessario far sentire la voce di migliaia di cittadini dei territori di Logudoro, Meilogu, Marghine e Goceano attraverso un’azione capillare ed organizzata sul territorio ed il supporto dei singoli amministratori locali.

L’obiettivo del nostro comitato è quello di raggiungere almeno 10.000 firme entro il 29 febbraio, che provvederò a portare personalmente al Presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru insieme ai miei referenti territoriali.

Sottolineo che il comitato non ha al suo interno rappresentanti di partito; anzi esula e si discosta da qualunque bandiera.
Chi ne fa parte pone le proprie energie, impegno, risorse a disposizione della causa e della comunità.

Quale dovrebbe essere peraltro la modalità di intendere l’impegno politico.

Voglio approfittare di questo strumento per ringraziare le centinaia di persone che in pochi giorni hanno già firmato.
A quelle che lo faranno nei prossimi giorni.

Tutti coloro che a qualsiasi titolo vorranno darci una mano.

Ritengo che portando avanti una battaglia condivisa, possiamo vincerla ed essere d’esempio nei confronti dei cittadini che vedono a loro volta oggi i loro nosocomi a rischio.

Levare ad una comunità un ospedale, equivale a vederne la morte.
Quello di Ozieri ha ancora i margini per restare aperto.

Aumentando il personale.
Migliorando i servizi.
Ottimizzando i costi.

Ozieri può davvero fare da capofila per la sanità del Nord Sardegna e di tutta l’isola.

Per quanto mi riguarda sarò disponibile a fornire informazioni in merito a quanto stiamo portando avanti attraverso il mio contatto Facebook Maria Vittoria Dettoto o attraverso il mio indirizzo e-mail earvy1976@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *