CREMONA AL FOTOFINISH SUPERA SASSARI: SCONFITTA NEGLI ULTIMI ISTANTI LA DINAMO PER 73 A 72


Si decide negli ultimi secondi l’esito della partita che inaugura il girone di ritorno tra la Dinamo Banco di Sardegna e la Vanoli Cremona. In una gara ben gestita per 37 minuti dai sassaresi, che si portano più volte sul +10 nell’arco del match, i padroni di casa, condotti da un super Turner (28 pt) e McGee (16), riescono a riportarsi in parità con 70 secondi da giocare sul cronometro. La partita si decide con un canestro di Turner per il 73-72, la preghiera della Dinamo è una tripla di Alexander che però incespica nel secondo ferro e non regala la vittoria alla Dinamo. Buon debutto per Tony Mitchell, entrato dopo 6′ di gioco, lo swingman biancoblu ha chiuso a referto con 11 punti, 6 rimbalzi e 2 assist in 21 minuti di utilizzo. In doppia cifra anche Haynes (14 pt), Eyenga (12) e Alexander (13 pt, 2 rb e 5 falli subiti).  Coach Marco Calvani manda in campo Haynes, Logan, Formenti, Alexander e Sacchetti, coach Pancotto risponde con Dragovic, Vitali, Cusin, Washington e Turner. Sassari apre le danze con un parziale di 4-0, i padroni di casa si sbloccano invece con un 2+1 di Washington. Haynes, autore di 7 punti nei primi 10’, e Alexander conducono i sardi portandoli in vantaggio (7-12). Cremona trova in Cusin un faro, il centro azzurro porta punti e aggressività nel pitturato riportando i suoi in parità. Debutto per Tony Mitchell in maglia Dinamo: il primo quarto si chiude 19 pari grazie al semigancio di Eyenga. Il secondo quarto si apre con un break di 11-2 per la Dinamo, nato dall’energia di una squadra unita e affiatata. Mitchell mette a segno i primi due punti in maglia biancoblu e serve Eyenga per la tripla (21-30). Cremona si sblocca con Cusin, ma Haynes firma il vantaggio in doppia cifra. La Vanoli chiude il primo tempo con un parziale di 8 punti che le permettono di accorciare le distanze e andare negli spogliatoi sul 32-37. Al rientro dall’intervallo lungo i padroni di casa continuano la rimonta con due canestri che sanciscono il -1. Sassari è brava e cinica a cercare lo strappo con Mitchell, sempre più a suo agio possesso dopo possesso, Varnado e Logan (42-48). Mitchell e Alexander chiudono al 30’ 49-55. Avvio di energia nell’ultimo quarto per la Vanoli che si riporta a -4 con Turner e McGee: ci vuole parlare su coach Calvani. I suoi escono bene dal timeout con la bomba di Stipcevic e un ottimo 4/4 di Alexander in lunetta. È una tripla di Haynes a riportare il vantaggio biancoblu in doppia cifra ma Cremona risale la china e firma in parità bombardando dall’arco con McGee e Turner. Quando sul cronometro restano 70 secondi il tabellone dice 70 pari. Biligha fa 1 /2 dalla linea di carità, non trema invece la mano a Mitchell mandato in lunetta proprio dal numero 19 lombardo, relegato in panchina per la quinta infrazione. Negli ultimi 23” Turner mette a segno il tiro dalla media per il +1 dei padroni di casa: con 5 secondi sul cronometro Sassari prova il tutto per tutto ma il tiro di Alexander non trova la retina. I padroni di casa vincono di misura, finisce 73-72.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *