PRIMA PARTITA UFFICIALE: IN COPPA ITALIA BATTUTO L’ENTELLA. E’ SUBITO CAGLIARI SHOW


E’ già un Cagliari che ottiene risultati e regala spettacolo. 5-0 all’Entella e turno di TIM Cup superato a vele spiegate. Sarà ancora calcio d’estate, come si diceva una volta, la condizione non è ancora ottimale e l’avversario era una squadra giovane, falcidiate dalle assenze; però i rossoblù hanno fornito una prova a tratti entusiasmante, che lascia ben sperare in attesa di test più impegnativi. La macchina predisposta da Rastelli ha dimostrato di essere a buon punto, anche sotto il profilo fisico. Si è vista una squadra già in linea con i dettami del tecnico, specie per quanto riguarda la mentalità, aggressiva e vincente. Le individualità hanno dialogato tra loro per il bene del complesso. Ottima l’intesa tra Melchiorri e Sau, ispirati da un convincente  Joao Pedro . “Pattolino” non ha segnato, ma è stato una spina nel fianco della difesa avversaria, muovendosi da una parte all’altra della linea offensiva e offrendo un paio di splendidi assist. Di Gennaro ha fatto vedere di avere già preso in mano le redini della squadra, proponendosi come perno centrale, affiancato da Dessena e dalla piacevole sorpresa Deiola e sostenuto dagli esterni Balzano e Murru, travolgenti nei loro affondo. La difesa non è stata granché impegnata, Storari non è stato costretto ad operare una sola parata. Una gara dominata dal primo all’ultimo minuto da parte dei rossoblù, che partono col piede giusto in questa stagione che si preannuncia dura e faticosa.

Taccuino ricco di note solo dalla parte del Cagliari. Al 6’ cross di Balzano, stacco di Joao Pedro che non trova il tempo per la deviazione, ma il pallone resta lì e il brasiliano da terra lo  gira verso la porta: bravissimo Iacobucci a deviare sul palo e quindi in angolo. Dalla bandierina Di Gennaro pesca Balzano dalla parte opposta, buono il controllo, meno efficace il tiro che vola alto sopra la traversa.

Al 9’ gran botta di Deiola dai venticinque metri, Iacobucci si salva in qualche modo. Al 15’ lancio di Di Gennaro per Sau che taglia intelligentemente, ma non riesce a deviare di testa. Al 26’ ancora Di Gennaro pesca Joao Pedro con un gran lancio, la trappola del fuorigioco ligure non scatta, Joao si trova solo davanti al portiere: pronto il tiro, ma Iacobucci si getta sulla sua destra e riesce a deviare in angolo. Il Cagliari continua a premere, l’Entella non riesce nemmeno a portare azioni di alleggerimento. Al 29’  Joao Pedro prova una punizione dalla sinistra direttamente in porta, ancora Iacobucci non si fa trovare impreparato e alza in angolo. Un minuto più tardi, cross teso di Deiola, Melchiorri non ci arriva per un attimo.

Finalmente, al 32’, arriva il meritatissimo gol. Sau, ancora una volta, si allarga sulla fascia sinistra e mette in area un pallone delizioso che Melchiorri gira di testa in rete. Al 35’ il raddoppio: stavolta è Melchiorri ad evitare la trappola dell’off-side, cross basso per l’accorrente Deiola, anticipato all’ultimo da Belli che devia nella propria rete. I rossoblù non si fermano e al 39’ triplicano: punizione dalla destra di Di Gennaro, sbuca Deiola che tocca, trovando l’opposizione di Iacobucci, Capuano è pronto a ribadire in gol per il tap-in. Al 41’ la prima e unica azione dell’Entella: Costa Ferreira doma un pallone all’interno dell’area, ma il suo destro termina a lato.

Nella ripresa il Cagliari tira il fiato, preoccupandosi di gestire il triplo vantaggio. Ne approfittano gli ospiti, che hanno una fiammata tra il 49’ e il 59’, prima con un cross di Belli sul quale Balzano sfiora l’autogol, quindi con una incursione di Costa Ferreira, sul cui traversone Guazzo non arriva in tempo. Ma i rossoblù ogni volta che spingono fanno male. Al 60’ angolo di Joao Pedro, Krajnc, seppure trattenuto vistosamente, trova il tempo per un tiro al volo maligno che Iacobucci blocca tuffandosi a terra. Al 63’ poi magia di Sau che palleggia poi di prima intenzione trova un corridoio per Melchiorri, tutto solo davanti al portiere: il centravanti stavolta spara alto. Al 71’ però Federico si rifà con gli interessi: angolo di Joao Pedro, stacco di testa da fermo e deviazione di testa imparabile per il portiere. Al 75’ i rossoblù chiudono i conti. Nuovo corner  di Joao Pedro, elegante e prezioso tocco di Sau, che ferma la palla per il tiro di Dessena: destro dall’interno dell’area che trova l’angolo opposto, A parte il solito valzer delle sostituzioni non succede più nulla: il Cagliari passa al terzo turno di TIM Cup dove il 15 agosto affronterà il Trapani in trasferta, ancora in gara unica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *