IN SARDEGNA NASCE IL PRIMO ALBERGO-MUSEO: LE 49 CAMERE PER ALTRETTANTI ARTISTI SARDI ALL’HOTEL LA COLUCCIA A SANTA TERESA DI GALLURA

l'hotel La Coluccia a Santa Teresa di Gallura

L’hotel La Coluccia di Santa Teresa di Gallura partorisce un’idea unica e innovativa nel panorama turistico italiano. Ogni stanza è allestita da un artista sardo. Un albergo e un museo. Il primo albergo dell’arte in Sardegna si trova nel profondo nord, bagnato dalle acque dell’arcipelago di La Maddalena, un paradiso immerso nel verde che custodisce, da giugno, centinaia di opere contemporanee di 49 artisti sardi.L’hotel La Coluccia, incastonato nella caletta di Conca Verde di fronte all’isola di Spargi, non è più un albergo ordinario: da un mese è diventato teatro per centinaia di opere d’arte contemporanee, create appositamente da una selezione di artisti autori dell’attuale scenografia di ciascuna camera. L’hotel è stato costruito alcuni anni fa dall’architetto Julio Cesar Ayllon in uno contesto naturale incantevole. Il nuovo management, ha deciso per questo 2015 di dare una nuova e inedita versione all’hotel attraverso un progetto artistico rivoluzionario e unico in Italia: il progetto “Pianeta Coluccia” propone con forza la sua candidatura a luogo simbolo dell’arte contemporanea sarda e, soprattutto, è diventato l’archetipo per uno sviluppo del turismo vacanziero con quello culturale e artistico. 

In ogni camera spazio alle opere di un artista sardo. Pittori, scultori, fotografi, performer, personaggi chiave dell’arte protagonisti del panorama culturale e artistico nell’isola, profili professionali già formati e consolidati hanno deciso di aderire con entusiasmo al progetto, ideato e sviluppato da Maria Assunta Fodde, interction designer con una lunga esperienza in progetti innovativi e culturali. Ogni camera è differente dall’altra, ciascuna ha la sua identità e tutte hanno uno spiccato riferimento identitario alla Sardegna e alle zone di provenienza degli artisti, i quali provengono da tutte le aree dell’Isola. Grazie al lavoro dei loro interpreti, è possibile dire che ogni area della Sardegna ha la sua camera, che porta il nome dell’artista sardo e il suo valore culturale all’interno del Coluccia. Ciascuna porta apre quindi un microcosmo diverso e, nel loro insieme, raccontano la Sardegna inseguendo l’obiettivo di offrire conoscenza e informazioni, sensazioni ed emozioni, ai clienti dell’albergo e ai visitatori, nel segno di una reale esperienza turistica emozionale. Ad unire tutti gli artisti, con un’opera unica per ciascuno, è stata allestita una collettiva, dove ogni creazione riporta il nome della camera e invita i clienti dell’albergo a scambiarsi dettagli e confrontarsi con gli altri sull’esperienza nell’albergo dell’arte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *