DAL 29 GIUGNO AL 7 LUGLIO A ORISTANO, LA SECONDA MOSTRA REGIONALE DEI MEDICI PITTORI


di Gian Piero Pinna

Al Teatro San Martino di Oristano, dal 29 giugno al 7 luglio prossimi, si svolgerà la Seconda mostra regionale dei medici pittori, con orari di apertura dalle 10,30 alle 13 e dalle 18 alle 21. L’evento è organizzato da Luigi Curreli e Adele Navarino, i quali precisano che “…le opere non sono in vendita, lo scopo è quello di avvicinare il medico alla gente, al di la del rapporto di cura convenzionale, che comunque, segue i tempi dettati dal fatto che ogni medico deve distribuire il proprio tempo ad un numero proporzionalmente elevato di pazienti. L’obiettivo è quello di aiutare a far conoscere e avvicinare la persona medico alla persona paziente, che sono i canali comunicativi della cosiddetta Medicina narrativa”.

La mostra si avvale anche del patrocinio del Comune di Oristano e dell’Ordine dei medici della provincia di Oristano, l’inaugurazione è fissata per le ore 19 del 29 giugno e sarà presentata da Gino Chiesa, decano dei professori oristanesi di Storia dell’arte. Sette i medici di ogni parte della Sardegna, che hanno aderito all’iniziativa. Tito Sedda di Gavoi, medico oncologo dell’Ospedale San Martino di Oristano, che ha cominciato a dipingere giovanissimo all’età di 10 anni e a 15 aveva gà partecipato a una collettiva. Luigi Curreli di Sanluri, anche lui medico oncologo dell’Ospedale San Martino di Oristano e appassionato d’arte sin dalla più giovane età, che dopo una lunga interruzione, ha ripreso i pennelli in mano nel 2006, diventando anche ideatore e organizzatore di diverse mostre, tra cui Ospedale in Arte e la Mostra regionale medici pittori. Gavino Piana di Sorso, medico di medicina preventiva all’Asl di Sassari, anche lui molto precoce nel campo artistico. Salvatore Cocco di Sedilo, medico di medicina generale. Salvatore Chia di Villacidro, responsabile del Servizio socio assistenziale dell’Asl di Sanluri, che ha al suo attivo diverse mostre a livello locale e nazionale. Maria Pina Cugusi di Gavoi, medico di continuità assistenziale all’Asl di Oristano, che ha in tasca anche un diploma di Maturità artistica, si dedica di preferenza all’acquerello e alla ceramica. Mario Soma di Sassari, oculista presso il Poliambulatorio di Sassari, che oltre a dedicarsi alla grafica e alla pittura, realizza anche vignette di satira politico sanitaria. Alcune sue opere, figurano anche in lavori scientifici e pubblicazioni di oculistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *