TRENTO E’ ANCORA TABU’: GARA 1 DEI PLAYOFF SCUDETTO, DINAMO SCONFITTA PER 81-70


Trento si conferma un tabù per la Dinamo anche nei playoff. La Dolomiti Energia si aggiudica Gara 1 dei quarti di finale per 81-70. Una sconfitta che brucia e che sta tutto nei numeri dei rimbalzi conquistati: 62 per Trento e 31 per i sassaresi. Una differenza che ha permesso alla formazione di Buscaglia di mettere il match dalla propria parte. La nota positiva infatti è che nonostante la differenza sotto le plance Sassari e una serata al tiro non proprio felice (44% da due, il 26% da tre e il 77% dalla lunetta), la squadra di Sacchetti è riuscita a restare in partita fino a due minuti dalla fine. Si torna in campo di nuovo a Trento Mercoledì alle 20.45. Sassari parte con Logan, Sanders, Lawal, Dyson e Brooks, coach Buscaglia risponde con Mitchell, Sanders, Pascolo, Forray e Owens. I padroni di casa partono forte mettendo a referto un 4-0 che porta la firma di Mitchell, MVP del campionato, e Pascolo: i biancoblu rispondono con Dyson dall’arco e firmano il sorpasso con Logan dalla lunetta a monetizzare il fallo di J. Sanders. Ancora Dyson dall’arco ad allungare, si fa sotto Trento con Owens e Pascolo ma un 4-0 del duo Logan-Dyson convince coach Buscaglia a chiamare minuto (8-14). Baldi Rossi dai 6.75 accorcia le distanze, coach Sacchetti inizia le rotazioni e l’ingresso in campo di Kadji e degli italiani da nuova linfa ai biancoblu che vanno a referto con Devecchi dall’arco e un gioco da tre punti di Sosa. I padroni di casa arginano i danni con Pascolo e Mitchell (15-22). È il play dominicano ad aprire dall’arco la seconda frazione, i padroni di casa risalgono la china con Grant e Pascolo portandosi a -4. Una tripla di Mitchell, servito da J.Sanders, porta i bianconeri a un possesso di distanza e coach Sacchetti ci vuole parlare su: ma l’Aquilla Basket è in trance agonistica e trova con il capitano Forray il sorpasso (26-25). Le due formazioni si affrontano a viso aperto, per i giganti biancoblu suona la carica un ritrovato Lawal, autore di un gioco da tre punti, seguito da Dyson dalla media: i padroni di casa però non mollano e con un consistente Forray si riportano in parità. Un gioco da tre punti di Logan (canestro and one) e un tiro dalla media di Brooks chiudono il primo tempo 38 pari. Al rientro dall’intervallo lungo i padroni di casa aprono i giochi con Mitchell dall’arco e scavano un gap con Owen, Pascolo e Forray: la Dinamo risponde con Lawal, Sanders e Dyson (52-45). Canestro di Owen e reazione biancoblu condotta dagli italiani: una tripla di Devecchi su assist di Sacchetti suona la carica, anche Kadji a referto dalla lunga distanza e Sosa per il -1. Ma Trento ricaccia indietro gli isolani con Mitchell, Grant e Baldi Rossi (63-58). Una schiacciata di Lawal apre l’ultimo quarto, J.Sanders mette a segno 5 punti per provare ad andare via: una tripla di Kadji tiene i sassaresi a un possesso di distanza ma Baldi Rossi dall’arco ricaccia indietro gli isolani aiutato da Owens (73-66). Una schiacciata aerea di Kadji risveglia la Dinamo, che si incattivisce e lotta su ogni possesso: Brooks firma il -3. Trento firma un 4-0 che gli permette di respirare e coach Sacchetti ci vuole parlare su: Pascolo firma il +9 e i biancoblu sembrano in burnout quando parte l’ultimo giro di cronometro. Finisce 81-70, non c’è tempo per pensare alla sconfitta, tra 48 ore di nuovo in campo per gara 2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *