LA PRESENTAZIONE CON IL CIRCOLO “SARDICA” DEL SARDINIA RADIO TELESCOPE: A SOFIA, IL FESTIVAL DELLA CULTURA E DELLA SCIENZA

nella foto da sinistra: Tonino Pisanu, Gianfranco Vacca, Luigina Peddi

di Carlo Manca

Il 16 maggio 2015 si è tenuto a Sofia il Festival della Cultura e della Scienza presso il laboratorio della Scienza che è ormai giunto alla quinta edizione; si tratta di un incontro che ha come tema la cultura e la scienza, organizzato come le precedenti edizioni dal  British Council e col patrocinio del Ministero dell’Istruzione e della Scienza della repubblica Bulgara, inoltre rientra tra gli eventi culturali in calendario per il 2015 del Comune di Sofia. Il British Council è un ente britannico che promuove e cura le relazioni scentifico/culturali, nei diversi paesi del mondo, come pure in Italia dove troviamo sedi e uffici a Roma, Milano e Napoli. Questa edizione ha visto per la prima volta la partecipazione dell’Istituto Italiano di Cultura che con la sua nuova Direttrice Dottoressa Peddi Luigina e in collaborazione col Circolo Sardica di Sofia( 113, EvlogiGeorgievBlvd, ap. 2 1504, SOFIA ) che col suo Presidente Gen.Gianfranco Vacca, presentavano all’interno di questo Festival Il Sardinia  Radio Telescope, un gioiello tecnologico all’avanguardia nel mondo della ricerca astrofisica; ha presentato l’intervento il professor Tonino Pisanu responsabile della struttura laureato in Fisica presso l’Università degli studi di Cagliari Ricercatore- Tecnologo presso l’INAF. Il Sardinia Radio Telescope ( abbreviato in SRT) è un radiotelescopio situato a San Basilio, in provincia di Cagliari.  L’antenna parabolica alta 70 metri come un palazzo di 20 piani, è il più grande e moderno strumento del genere in Europa e il secondo al mondo, superato solo dal Green Bank Telescope in Virginia, USA (ben 100 metri di diametro),è costato 60milioni di euro circa, ha un diametro di ben 64 metri (quello americano raggiunge i 100 metri ) La sua parabola è inoltre in grado di ruotare sia sul piano orizzontale che sul piano verticale, nonostante un peso di tre mila tonnellate è capace di movimenti di precisione pari a 1/10000 di grado. Tanti i convenuti che hanno seguito con entusiasmo e attenzione l’intervento del professore Tonino Pisanu luminare di astrofisica sardo, che dopo una dettagliata e interessante presentazione ha risposto alle domande dei partecipanti. Come già detto organizzatore di questo evento è stato il Circolo Sardica di Sofia e l’Istituto Italiano di Cultura, presenti alla manifestazione il presidente Generale G.Franco Vacca oltre a  Paolo Armosini del consiglio direttivo, ha presentato l’intervento del professor Pisanu la Dottoressa Peddi  Luigina direttrice di fresca nomina dell’Istituto Italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *