IL FASCINO DEI “GIGANTI” CONQUISTA L’EUROPA: LE STATUE DI MONT’E PRAMA VERRANNO PREMIATE A OSLO A GIUGNO

a Vienna nel 2014, la premiazione deEu Prize for Cultural Heritage

di Francesca Mulas

Le statue dei Giganti in arenaria provenienti dal sito di Mont’e Prama conquistano l’Europa. Sono stati annunciati questa mattina i nomi dei beni culturali premiati all’interno del 2015 Eu Prize for Cultural Heritage, prestigioso riconoscimento assegnato da Commissione Europea ed Europa Nostra: il progetto sulle sculture nuragiche è stato inserito tra i migliori lavori di conservazione e restauro realizzati nel territorio europeo.

I ‘Giganti’, oggi esposti al pubblico tra Cagliari e Cabras, sono stati scelti insieme ad altri beni culturali per rappresentare le eccellenze della cultura in Europa: la giuria ha valutato 263 proposte da 29 paesi europei e scelto le più rappresentative nelle categorie ‘Conservazione’, ‘Ricerca e digitalizzazione’, ‘Servizi dedicati al patrimonio’, ‘Educazione, formazione e sensibilizzazione’. Le statue di Mont’e Prama sono state premiate per l’incredibile opera di restauro e conservazione messa a punto a Sassari ad opera del Centro di Conservazione Archeologica di Roma, sotto la supervisione della Soprintendenza Archeologica di Sassari e Nuoro e la Regione Sardegna.

‘La giuria – si legge nelle motivazioni del premio – è stata affascinata dalla complessità di questo progetto di restauro, ed impressionata dal suo significato nello sviluppare la nostra comprensione di questa cultura finora sottostimata. Il puzzle di ricostruzione dei pezzi, senza alcuna procedura invasiva per la pietra originale o l’inserimento di materiali diversi, permette in futuro di aggiungere o modificare l’immagine delle statue. Tutte le operazioni di restauro sono state realizzate apertamente, con l’opportunità per il pubblico di visitare i lavori in corso d’opera. L’importanza di questo lavoro per la popolazione locale è palese e favorisce l’identificazione con le persone che hanno abitato anticamente in questa grande isola”.

La cerimonia ufficiale di premiazione si terrà a Oslo l’11 giugno prossimo alla presenza del sindaco Fabian Stang, di Tibor  Navracsics, Commissario Europeo per l’Educazione, la Cultura la Gioventù e lo Sport, e di Placido Domingo, cantante lirico e presidente di Europa Nostra.

Oltre ai Giganti di Mont’e Prama il premio 2015 Eu Prize è andato ad altre due realtà italiane: il progetto di digitalizzazione dei tesori di San Marco a Venezia e i mosaici paleocristiani di Aquileia.

* Sardinia Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *