LA POESIA DELLA BARBAGIA: PAOLA GALISAI, L'INNOVAZIONE DELLA CAPITALE

Paola Galisai

di Ilaria Muggianu Scano

Paola Galisai, trentaseienne di Teti lascia giovanissima il cuore della Barbagia più profonda con in tasca una laurea in Economia e Commercio e il desiderio di conquistare la Capitale con la sua più grande passione, la musica. Oggi è fondatrice e station manager di Radio Show Italia di cui cura testi, musica, contabilità e rapporti con gli sponsor. La web radio nasce nell’aprile 2012, quando Paola decide di fondere tutto il bello della musica passata, l’informazione del presente e la tecnologia del futuro. Nel fermo proposito di lasciare in mansarda le radio con le povere antenne ritorte alla disperata ricerca delle frequenze più difficili da captare, la nostra Paola pensa ad una formula più easy per fare radio: connettività,  musica e news tutto in streaming, sempre a portata di click, su qualsiasi supporto, tablet, pc o smartphone.

Paola, la tua web radio è una start up, ritieni di poterla definire il tuo vero lavoro? Quali sono gli introiti di una radio on line?  La web radio è una vera e propria azienda, sono affiancata da un ottimo staff che non si tira indietro davanti alla necessità di un aggiornamento continuo in campo musicale, di preparazione dei testi, di mercato pubblicitario e di tutti quei meccanismi che gravitano attorno a questo ambiente. La radio guadagna essenzialmente dalla pubblicità, ma sto sperimentando altre operazioni cross mediali.

Qual è il tuo fiore all’ occhiello con gli investitori?  Il punto di forza di Radio Show Italia è il numero certificato di ascoltatori. Non ci basiamo su una generica indagine d’ascolto. In un paio d’anni gli ascoltatori fedeli sono quasi 600 mila, ne sono veramente orgogliosa.

Che differenza riscontra il pubblico tra una web radio e una tradizionale? In Italia la web radio non è ancora diffusa come negli Stati Uniti, ma progressivamente, soprattutto i giovani, fruiscono della radio web radio comodamente da smartphone, tablet o pc, con la stessa qualità della radio FM.

Pensi sia stata utile la tua formazione economica sviluppata in Sardegna?  Direi fondamentale. Radio Show Italia è fatta di passione, poesia, emozioni ma è anche un’azienda che da lavoro a tante persone quindi ci sono dei conti da far quadrare.

Il tuo compagno è il noto speaker di RDS, Corrado Gentile. Un legame cementato dalla musica e da un’altra indomabile passione: la Sardegna. Anche lui è di origini sarde. Come curate il “mal di Sardegna”?  Cerchiamo di sfruttare ogni occasione per fare un salto in Sardegna. Evitiamo i luoghi turistici, ci addentriamo negli angoli che fanno riaffiorare i nostri ricordi ancestrali, viaggi fatti di ricordi e di persone che amano l’isola quanto noi. Quando siamo a Roma ci consoliamo a tavola, soprattutto con culurgiones e seadas che sono orgogliosa di preparare personalmente.

Quanta Sardegna c’è nel tuo lavoro?  Tanta, tantissima Sardegna. Magari non musicalmente, ma c’è tanta testardaggine e un pizzico di poesia. Decisamente la mia Radio Show Italia è donna ed è sarda. 

* La Donna Sarda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *