LA “BRIGATA SASSARI” HA RESO OMAGGIO A NOSTRA SIGNORA DEL BUON CAMMINO


di Cristian Zedda

Giovedì sera nella Chiesa di S. Agostino in Sassari la Brigata “Sassari” ha ringraziato Nostra Signora del Buon Cammino per la protezione offerta in Afghanistan. Durante il Pontificale solenne presieduto dall’Arcivescovo Paolo Atzei e concelebrato da numerosi sacerdoti, il Generale Scopigno ha donato a Nostra Signora la medaglia NATO e ha poi compiuto un gesto di devozione personale donando la propria sciarpa azzurra da Ufficiale. Nessun altro simulacro in Italia porta tali insegne. Il gesto, carico di significato, è stato accolto dai numerosissimi fedeli che gremivano la Chiesa con un lunghissimo caloroso applauso. Al termine della celebrazione il Generale, prendendo la parola, ha confidato di aver sentito la presenza di Nostra Signora del Buon Cammino in ogni istante della missione, ma sopratutto nei momenti decisivi del suo agire, quando compiendo una scelta piuttosto che un’altra si portava la mano al cuore. Non un gesto sterile, ma di fede: nella tasca sinistra  della tuta, infatti, ha detto di tenere sempre una medaglietta della Madonna del Buon Cammino che gli era stata consegnata da una donna a lui sconosciuta nella chiesa di S. Agostino nel marzo 2013 quando istituì il Medagliere della Vergine. Grande commozione per i militari ed i familiari che hanno assistito alla cerimonia. Presente tra le altre autorità l’onorevole Mario MAURO, già ministro della Difesa, giunto a S. Agostino verso la fine della celebrazione a causa di un ritardo dell’aereo. Prima dei saluti di rito alle autorità il Senatore MAURO si è inginocchiato dinanzi al Miracoloso Simulacro di Nostra Signora. “Il nuovo miracolo della Vergine del Buon Cammino, a cui va il grazie dell’Italia intera, è aver fatto tornare a casa tutti i Sassarini sani e salvi” ha detto l’onorevole che si è poi unito al corteo che ha accompagnato la Bandiera del Gremio e il Gonfalone della città con le autorità a Palazzo Ducale per un saluto nella sala del Consiglio ed un vin d’onore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *