ELISABETTA MARINI E ORNELLA COMANDINI, DA CAGLIARI ALL’UGANDA: ANTROPOLOGHE CONTRO LA MALNUTRIZIONE


A due anni dalla prima fase della ricerca, Elisabetta Marini, professoressa associata di Antropologia all’Università di Cagliari, e Ornella Comandini, specializzanda, si apprestano a tornare in Africa per studiare la malnutrizione infantile in Uganda. Il progetto nasce nel 2012 come iniziativa autofinanziata, ed è stato realizzato con la collaborazione di un gruppo di ricercatori e studenti dell’ateneo. La seconda missione, che si concluderà il 9 agosto, gode invece del sostegno della Fondazione Banco di Sardegna. Intervistate da Monica Magro, le due antropologhe spiegano: “Questa volta contiamo di monitorare lo stato di 500 bambini, tra quelli analizzati due anni fa e nuovi soggetti della ricerca”. Il progetto, che quest’anno si estende anche alla Tanzania, è nato dalla collaborazione con l’associazione Balobasha, che si occupa prevalentemente di scolarizzazione. “E’ stata una collaborazione fruttuosa. Noi abbiamo evidenziato situazioni di malnutrizione e le abbiamo comunicate all’associazione. E’ stato sufficiente introdurre il consumo di fagioli per migliorare le condizioni di molti bambini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *