AFGHANISTAN: 3.000.000 DI PASSEGGERI ALL’AEROPORTO DI HERAT

Il personale italo-spagnolo della Forward Support Base

del Tenente Colonnello Marco Mele

E’ il tenente spagnolo Javier Llorente Lopez in arrivo da Kabul, il tre milionesimo passeggero in transito all’aeroporto di Herat da quando, il 5 marzo 2005, le ruote di un C-130 J dell’Aeronautica Militare hanno toccato l’asfalto della pista dell’aeroporto di Herat, dando il via alla presenza militare italiana nella regione occidentale del Paese.

Il curioso traguardo è stato festeggiato con la consegna all’incredulo passeggero di uno speciale attestato da parte del comandante della Forward Support Base (FSB), il colonnello dell’Aeronautica Spagnola Joaquin Fernandez Pareja, e del tenente colonnello dell’Aeronautica Militare Pasquale Lamberti, l’ufficiale italiano più elevato in grado nei ranghi della FSB, l’unità italo-spagnola incaricata della gestione dei servizi aeroportuali e della sicurezza di “Camp Arena”, la base che ospita i militari del contingente multinazionale ed interforze di ISAF su base brigata “Sassari”.

L’aeroporto di Herat, inaugurato il 19 settembre 1961, è oggi uno degli scali civili e militari più strategici dell’Afghanistan da poco avviatosi all’internazionalizzazione.

 Il terminal passeggeri, realizzato dal Provincial Reconstruction Team italiano, è dedicato al capitano dell’esercito Massimo Ranzani, l’alpino deceduto il 28 febbraio 2011 per l’esplosione di un ordigno improvvisato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *