DALLA SARDEGNA A FIRENZE LA MOSTRA DI PAOLO E SUSANNA PITTIU: CREAZIONI CON IL CARATTERE DI UN’ISOLA


di Cristina Marras

 “La Sardegna è una terra ricca, perché è ricca di storie da raccontare, e penso, anzi ne sono certo, che finché ci saranno storie da raccontare, per il suo popolo millenario ci sarà speranza, speranza di ripartire da se stessi, rinascere dalle stessi ceneri, come la fenice”. Pensieri e parole di Paolo Pittiu, che descrive al meglio ciò che emerge dai gioielli e dalle borse da lui creati e che dal 6 al 10 marzo sono state esposte in una mostra intitolata “Creazioni con il carattere di un’isola” presso la Galleria Abracadabra in via dell’Amorino 9/r (Firenze) con ingresso gratuito.

La mostra, organizzata dall’ACSIT, Associazione Culturale Sardi in Toscana, e Abracadabra Art Gallery, con il patrocinio del Comune di Firenze, Provincia di Firenze, Regione Autonoma di Sardegna, F.A.S.I. e Radio Atividade Sardas, ha inaugurato i battenti con la partecipazione del professore Agostino Dessì che ha introdotto la mostra spiegando “come nel lavoro di Paolo Pittiu siano evidenti quei contrasti che ci fanno ben comprendere la passione, il genio e l’estro creativo. Nelle sue creazioni esce fuori tutto il carattere dell’isola, che grazie alla sua caratteristica geografica ha saputo preservare come in uno scrigno dettagli che, se riemersi, concedono attimi di stupore e meraviglia”.

Presente all’inaugurazione anche l’onorevole Monica Baldi che ricorda la figura di Carlo Lorenzini, in arte Collodi, “vissuto a pochi passi dalla galleria di Agostino Dessì che ringrazio per aver portato nel cuore di Firenze un pezzo di Sardegna. Nella storia di Pinocchio mi ricorda molto l’Isola delle Api Industriose, perché la Sardegna è un’isola sempre molto attiva. In queste opere si respira la lavorazione di un artigianato di qualità che per noi di Firenze, in questo quartiere, è sempre stato un vanto”.

Esprime grande soddisfazione anche il Presidente ACSIT Fiorella Maisto “rimasta piacevolmente colpita dagli splendidi gioielli e dalle meravigliose borse create da Pittiu e mi auguro che in futuro si possa nuovamente collaborare per una nuova mostra”.

In conclusione, il professor Silvio Calzolari, esperto di Sardegna, si dice “molto contento di essere presente all’inaugurazione della mostra del mio caro amico Agostino. I rapporti tra Firenze e la Sardegna sono antichissimi e ben radicati e iniziative di questo genere rendono ancora più forte il legame tra le due terre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *