A FIRENZE IL 21 FEBBRAIO, SU ORGANIZZAZIONE DELL'A.C.S.I.T. LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO "PITZINNOS PASTORES PARTIGIANOS"


di Mattia Lilliu

Venerdì 21 febbraio 2014 – ore 17.00

Salone delle Feste di Palazzo Bastogi – Via Cavour, 18 – Firenze

ACSIT

presenta

“PITZINNOS PASTORES PARTIGIANOS – eravamo insieme sbandati”

L’Associazione Culturale dei Sardi in Toscana, con la collaborazione di ANPI Nuoro, Radio Atividade Sardas, e con il patrocinio della FASI, Regione Toscana e Regione Autonoma di Sardegna, presenta il libro “PITZINNOS PASTORES PARTIGIANOS – Eravamo insieme sbandati” presso il Salone delle Feste di Palazzo Bastogi in via Cavour, 18 (Firenze) venerdì 21 febbraio alle ore 17.00.
L’evento è il primo appuntamento della rassegna letteraria A.C.S.I.T. “NUOVE FIRME DI SARDEGNA“, che vuole indirizzare il suo sguardo verso nuovi autori provenienti dalla Sardegna e verso diversi stili di racconto. Ad ogni incontro, saranno presenti gli autori dei testi, affinché i soci possano interagire con gli scrittori e soddisfare le proprie curiosità.
Il libro raccoglie, dettagliatamente, le tappe importanti della resistenza partigiana e in particolare narra la storia di quattro ragazzi sardi che, richiamati dall’esercito italiano, decidono di abbandonare il fronte e di unirsi alla schiera della resistenza organizzata dai gruppi partigiani.
Dopo i saluti della presidente A.C.S.I.T. Fiorella Maisto e del Presidente del Consiglio Regionale della Toscana Guido Monaci, la presentazione del libro “PITZINNOS PASTORES PARTIGIANOS” proseguirà con l’introduzione di Gianni Conti, presidente onorario A.C.S.I.T., che darà la parola ai relatori Pierluigi Ballini, professore di Storia Contemporanea dell’Università di Firenze, e Ivano Tognarini, Presidente dell’Istituto Storico della Resistenza in Toscana. Infine, prenderanno la parola i tre autori del testo Pietro Dettori, Natalino Piras e Salvatore Muravera, che illustreranno il testo e interagiranno col pubblico presente in sala.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *