CON I CIRCOLI DI ROMA E LIVORNO, "UN CANTO PER LA SARDEGNA" AL FESTIVAL 'MILLENNIUM IN MUSICA – OMAGGIO A GIOVANNI PAOLO II'


di Antonio Maria Masia

Straordinario successo  sabato 18 gennaio scorso a Roma nella centralissima e storica Chiesa di S. Maria dei Miracoli in piazza del Popolo gremita da un folto pubblico plaudente ed entusiasta del concerto “Un canto per la Sardegna” a sostegno delle popolazioni sarde vittime dell’ alluvione del 18 novembre 2013. Tale evento di eccezionale livello artistico ed all’ insegna della più nobile missione musicale e della solidarietà ha inaugurato l’ edizione 2014 del Festival “Millennium in Musica” ideato e diretto dalle sorelle musiciste e Terziarie francescane Daniela e Raffaella Sabatini;  edizione doppiamente celebrativa in quanto festeggia la prossima Canonizzazione del Beato Papa Giovanni Paolo II, ispiratore e dedicatario del Festival, ed il trentennale della fondazione dell’ Associazione no profit “Vivere in Musica” che dal 1999 organizza con grande impegno e successo nelle più belle Basiliche e Chiese storiche di Roma questo maxi-evento musicale unico nel panorama artistico-culturale internazionale. Svoltosi nell’ àmbito della rassegna “MusiCarità – I concerti di solidarietà del Festival Millennium in Musica – Omaggio a Giovanni Paolo II” che ha visto realizzati numerosi concerti di beneficenza quali quelli per le vittime dello tsunami nello Sri Lank e del tifone nelle Filippine,  il concerto è nato dalla passione e dall’ impegno del Presidente e Direttore Artistico di tale Festival, le sorelle Daniela e Raffaella Sabatini,  la cui nonna paterna Maria Bene Sabatini era originaria di Macomer, con l’ intento di dare, attraverso il linguaggio universale della musica, un aiuto concreto ed una testimonianza di generosa e fraterna solidarietà verso il coraggioso e fiero popolo sardo vittima del terribile cataclisma che ha così duramente colpito la splendida ed amata terra di Sardegna.  Intento pienamente riuscito, a giudicare dalla generosità dimostrata dal pubblico presente, mirabilmente sintetizzando il motto del concerto che, parafrasando i celebri versi della poetessa Arpalice Cuman Pertile, recitava :”Sardegna bruna di là dal mare, o ti potessi tutta aiutare!”. 

Il concerto svoltosi alla presenza di illustri personalità quali l’ On. Mario Segni e l’ On. Gemma Azuni, è stato brillantemente introdotto con parole vibranti e commosse dai Presidenti delle due Associazioni organizzatrici, rispettivamente Antonio Maria Masia, Presidente del “Gremio dei sardi di Roma” e Daniela Sabatini, Presidente dell’ Associazione “Vivere in Musica”, ed ha costituito anche un’ occasione per conoscere l’ affascinante tradizione e cultura musicale della Sardegna.

 Organizzato con la collaborazione della FASI – Federazione dei Circoli Sardi d’ Italia e dell’Associazione Culturale sarda “Quattro Mori” di Livorno presieduto da Antonio Deias, anche lui presente, il concerto ha visto protagonista la Corale Polifonica “Giovanni Sedda” fondata nel 1995 da Giorgio Canu ed appartenente a tale Associazione.  Sotto l’ abile direzione del Maestro Mauro Ermito e con la valida collaborazione organistica di Patrizia Amoretti, i 35 cantori della Corale si sono esibiti nei  più noti ed amati canti tradizionali religiosi sardi ; composizioni struggenti e di grande fascino e suggestione tratti dalla grande tradizione musicale e corale della Sardegna fra cui l’ Inno alla Vergine SS. di Bonaria, ”Babbu nostro”, “Su perdonu”,  “Deus ti salvet Maria”,     ”Su ninnieddu”, “Andemus a sa grutta”, “Notte de chelu” , “Festa cun tegus”. 

Culmine del concerto è stata la prima esecuzione mondiale di tre Canti per la Sardegna per coro e pianoforte scritti da Daniela Sabatini, nota pianista e compositrice la cui arte interpretativa e creatrice è risuonata nell’ esecuzione del  “Requiem sardo”  per coro e pianoforte da lei scritto in memoria delle vittime dell’ alluvione del 18 novembre 2013, e nel “Kyrie” ed Inno “Ut unum sint” tratti dalla sua “ Messa per la Beata Maria Gabriella Sagheddu dell’ Unità” composta in omaggio alla monaca trappista sarda nativa di Dorgali che immolò la sua giovane vita (aveva appena 25 anni) di claustrale per l’  unità fra tutti i cristiani della quale ricorre quest’ anno il centenario della nascita ed al cui carisma ecumenico è  ispirata l’ Associazione internazionale “Ut  Unum Sint in Musica” fondata dalle sorelle  Daniela e Raffaella Sabatini  a Vitorchiano, paese dove la Beata Maria Gabriella riposa.

Scroscianti applausi e richieste di bis, culminate con l’ esecuzione corale del “Deus ti salvet Maria” cantata anche da tutto il pubblico, hanno siglato il pieno successo della lodevole iniziativa, che l’ Associazione “Vivere in Musica” intende replicare anche in altre città, cominciando dalla stessa Sardegna.

Una risposta a “CON I CIRCOLI DI ROMA E LIVORNO, "UN CANTO PER LA SARDEGNA" AL FESTIVAL 'MILLENNIUM IN MUSICA – OMAGGIO A GIOVANNI PAOLO II'”

  1. Nell’occasione del Concerto a margine del 18/1 pro Sardegna , organizzato dal Gremio e da Vivere in Musica di Daniela e Raffaella Sabatini con la collaborazione preziosa del Circolo e della Corale 4 mori di Livorno, abbiamo raccolto, e ne siamo lieti, offerte per un totale di € 1161,21, che vanno a confluire in un gruzzoletto, precedentemente raccolto attraverso diverse altre iniziative, che il Gremio destinerà, tramite i Sindaci di Olbia e Bitti per il sostegno a due specifiche operazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *