IMBUCCADURE DE TRES CAMMINUS: INIZIATIVE A GRENOBLE (FRANCIA) DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE "SARDINIA"

foto di gruppo presso l'associazione Sardinia a Grenoble

di Mina Puddu

RELIQUIE PADRE PIO. In occasione dell’arrivo dell’esposizione di Sergio Muntoni e del suo quadro dal titolo “San Pio” vincitore di diversi premi nazionali e internazionali, l’Associazione Regionale Sarda “Sardinia” é riuscita  a fare giungere l’11 Gennaio all’Eglise Saint André le reliquie di Padre Pio, portate fino a Grenoble da Padre Gerardi di San Giovanni Rotondo. Nonostante il ritardo di due ore dovute al traffico, i fedeli sono rimasti in attesa del loro arrivo. Sono state celebrate due messe: Sabato mattina in Italiano concelebrata da i preti della Chiesa Saint André,il vicario generale della diocesi di Grenoble-Vienne Patrick Gaso, da Padre Gerardi e da Padre Rino della missione cattolica italiana di Grenoble. In ambedue le occasioni la chiesa era gremita di gente proveniente da tutta la regione della Rodano-Alpi. Sabato pomeriggio, sempre all’Eglise Saint André, abbiamo proiettato un breve film/documentario sulla vita del Santo dal titolo “Padre Pio, l’uomo che conobbe il patire” . Domenica mattina invece é stata concelabrata la messa in latino da i canonici della Chiesa Saint André e dal padre Girardi.  Entrambe le messe sono state accompagnate dalle musiche del violoncellista Omar Flavio Careddu e dalla voce del soprano Lilia Ianeva. Tra le musiche cantate vi é stata anche l’Ave Maria in sardo.  Per salutare la partenza delle reliquie, domenica pomeriggio, é stata celebrata la venerazione del santissimo sacramento

CONCERTO PER IL NUOVO ANNO. Il concerto per il nuovo anno ha avuto luogo Sabato 12 Gennaio presso la Chapelle de Saint Marie d’En Haut che si trova all’interno dei musee Dauphinois di Grenoble. I tre musicisti, arrivati a Grenoble fin da Venerdi, hanno suonato pezzi di Bach, Wagner, e del compositore sardo Silesu e Rachel. Tra tutti i testi in lingua sarda é stata cantata l’Ave Maria in lingua sarda e No Potho reposare, impressionando notevolmente il pubblico tanto da essere richiesto il bis. Sul palco si sono esibiti il maestro Omar Flavio Careddu, al violoncello, il maestro Roberto Satta, al piano e il soprano Lilia Ianeva. Al concerto ha presenziato il sindaco di Grenoble e deputato dell’Isere Michel Destot e la moglie, il console generale d’Italia a Lione Giulio Marongiu e altri rappresentanti delle istituzioni italiane locali (tra cui Comamici e il responsabile della Dante Alighieri di Grenoble) . La sala era quasi al completo. A seguire é stata organizzata una cena tradizionale alla sede dell’Associazione Regionale Sarda “Sardinia” dove oltre le autorità sopracitate hanno altresi partecipato il canonico e responsabile dell’eglise Saint André, il canonico Jean Paul Trézieres e il segretario del vicario della diocesi di Grenoble-Vienne, Patrick Gaso.

MOSTRA CAMMINERAS – CHEMIN DE FER. L’esposizione dal titolo CAMMINERAS ha visto l’artista Sardo Sergio Muntoni esporre i suoi quadri presso la Maison de l’International, uno dei principali musei di Grenoble. L’artista impossibilitato di prsenziare all’inaugurazione della esposizione ha inviato in sua vece  i due figli Andrea e Giorgio Muntoni che assieme alla curatrice della mostra Martine Garampon hanno allestito la sala per il vernissage che ha avuto luogo Lunedi 13 Gennaio. Durante il Vernissage in rappresentanza del comune di Grenoble e del sindaco vi era il assessore Jean-Michel Detroyat che ha fatto un discorso di 20 minuti parlando di cio che l’Associazione Regionale “Sardinia” ha fatto per Grenoble e ringraziando la presidente Mina Puddu per aver portato nella città d’oltralpe questa esposizione e complimentandosi per la bellezza delle opere. Anche al vernissage erano presenti altre autorità tra cui la console di San Marino, il console della Lituania e varie rappresentanze istituzionali di Grenoble. Inoltre ha presenziato anche il direttore del museo Eric RECOURA-MASSAQUANT che si occupa della direzione delle relazioni internazionali per il comune di Grenoble, il segretario del vicario della diocesi di Grenoble-Vienne Patrick Gaso e padre Goffredo Bonfils in rappresentanza dell’Eglise Saint André e diversi presidenti di associazione italiani a Grenoble.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *