"IL VALORE EDUCATIVO E SPIRITUALE DELLO SPORT": INCONTRI ALLA BIBLIOTECA GRAMSCIANA DI ALES IL 10 GENNAIO


di Gian Piero Pinna

Di “Il valore educativo e spirituale dello sport “, si parlerà nella sala convegni del comune di Ales il 10 gennaio prossimo,  in un incontro che avrà inizio alle 18. Il relatore dell’incontro, sarà don Alessio Albertini, che dal 2012 è consulente ecclesiastico del Centro Sportivo Italiano. Nato a Besana Brianza (MB), don Albertini è originario di S. Eusebio e SS. Maccabei in Besana Brianza, fratello di Demetrio Albertini, e da giovane, anche lui promettente giocatore di calcio. È stato ordinato sacerdote il 13giugno 1992 e a cominciato la carriera ecclesiastica facendo viceparroco a San Bernardo – Lainate (MI), nel 1999, è viceparroco a San Gregorio Barbarigo – Milano e nel 2009 vicario a San Giovanni Battista (Duomo di Monza) – (MB) e viene anche nominato Segretario della Commissione Diocesana dello Sport, responsabile del settore giovanile. Nel 2012, diventa vicario della Comunità Pastorale Beato Giovanni Paolo II – Pero (MI).

Introdurrà la conferenza di don Albertini, il direttore della Biblioteca Gramsciana, Giuseppe Manias, coordinerà Don Petronio Floris, parroco di Ales. All’importante appuntamento, interverrà anche il vescovo di Ales, monsignor Giovanni Dettori.

L’evento, è il primo di una serie di incontri denominati “Il venerdì dello spirito“ che si prefiggono l’obiettivo di fare un’analisi sulla religione e sui suoi vari aspetti.

Don Alessio Albertini, è anche un apprezzato scrittore, che ha al suo attivo già diverse opere, tra l’altro ha scritto e pubblicato vari libri sullo sport tra cui: Venti mondiali – emozioni per imparare a crescere in umanità attraverso lo sport, Milano: Centro ambrosiano, 2010. Vivere da campione: Giovanni Paolo II parla allo sport Milano: In dialogo, 2011. Traguardi di gloria: storie a cinque cerch,i Cinisello Balsamo: San Paolo, 2012.  Più su: trenta balzi verso il cielo per uno sportivo al top Milano: In dialogo, 2012. Storie a cinque cerchi: dalle Olimpiadi una lezione di vita Cinisello Balsamo: San Paolo, 2008. Il pallone racconta: un nuovo modo di guardare al calcio Milano: Centro Ambrosiano, 2006.

Di sport, si è occupato anche Antonio Gramsci, ci fa sapere Giuseppe Manias, che ci suggerisce una riflessione del pensatore sardo sul calcio: «Osservate una partita di foot-ball: essa è un modello di società individualistica: vi si esercita l’iniziativa, ma essa è definita dalla legge; le personalità vi si distinguono gerarchicamente, ma la distinzione avviene non per carriera, ma per capacità specifica; c’è il movimento, la gara, la lotta, ma esse sono regolate da una legge non scritta, che chiama “lealtà”, e viene continuamente ricordata dalla presenza dell’arbitro».  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *