SOSTEGNO TOTALE ALLE ZONE ALLUVIONATE DELLA SARDEGNA: LA MOBILITAZIONE DEL CIRCOLO "QUATTRO MORI" DI CHARLEROI IN BELGIO


di Domenico Usai

I fatti che si sono verificati in Sardegna il 18 novembre hanno gettato nello sconforto anche i sardi residenti nella zona di Charleroi (Hainaut, Belgio).

Dopo aver verificato le condizioni di amici e parenti che vivono nelle zone colpite, alcuni soci del circolo “Quattro Mori” di Charleroi, hanno deciso che al dolore per quanto era successo, acuito dalla lontananza, doveva subentrare lo spirito di fratellanza e solidarietà nei confronti delle persone in grande difficoltà. Si sono dunque attivati, sin dal giorno 20, per fare qualcosa per la loro terra.

Come prima cosa è sembrato opportuno “chiamare a raccolta” i sardi che risiedono nella  zona e in tutto il Belgio attraverso la pagina facebook del circolo: https://www.facebook.com/circolosardoquattromori.

La risposta è stata immediata e, per certi versi, sorprendente: la tragedia in Sardegna ha fortemente scosso non solo i sardi del Belgio, ma anche i tanti belgi che, attraverso le iniziative dell’associazione, hanno imparato a conoscere e a amare la nostra isola.

In zona sono molti quelli che hanno voluto manifestare la loro vicinanza al popolo sardo donando beni di prima necessità: per esempio i sardi dell’associazione sarda “Sa Domo Sarda” di Châtelineau e i tanti amici non sardi che frequentano i locali dell’Associazione “Quattro Mori” nella quale sono presenti anche un bar e una rivendita di prodotti tipici.

La solidarietà si è velocemente estesa anche ai centri vicini: i sardi di La Louvière, mediante l’aiuto del Sig. Roberto Todde che ha un negozio di prodotti sardi, hanno fatto pervenire nei locali dell’associazione una gran mole di indumenti e di viveri da mandare in Sardegna. Altri amici di Bruxelles, per quanto la capitale europea non sia vicinissima alla zona nella quale si trova il circolo, hanno deciso di andare sino a Châtelineau, comune nel quale di trova il circolo “Quattro Mori”, non solamente per portare a loro volta del materiale ma anche per dare una mano ai volontari nell’imballare ordinatamente i beni raccolti. Al fine di agevolare la distribuzione in Sardegna, infatti, si è pensato di catalogare quanto si era radunato in pochi giorni di alacre lavoro suddividendolo secondo tipologie differenti (vestiti, coperte, scarpe, prodotti per l’igiene personale, detersivi e alimenti).

In meno di una settimana è stata messa insieme una buona quantità di aiuti: ben 15 pedane intere che andavano spedite il più presto possibile. Il giorno 28 Novembre le prime sei pedane raccolte in Belgio sono giunte nel centro di Torpè. Questa celerità è stata possibile grazie all’azienda di autotrasporti Nugortrans di Nuoro che ha gentilmente offerto il trasporto sino in Sardegna.

Grazie a un’encomiabile rete di solidarietà (e soprattutto a seguito dell’interessamento del Sig. Bruno Bandinu, amico e socio del circolo “Quattro Mori”) alcuni membri del direttivo dell’associazione hanno avuto l’opportunità di partecipare a una trasmissione sulla principale stazione radiofonica del Belgio: BEL RTL. Dopo questa iniziativa i dirigenti del circolo sono stati contattati dall’azienda di trasporti Frisaye dei fratelli Franchi (con sede amministrativa a Flemalle a più di cento kilometri dal circolo) che ha garantito il trasporto delle nove pedane rimanenti.

Anche in questa triste occasione, i sardi che lavorano e vivono lontano dall’isola, hanno dimostrato non solo l’attaccamento alla loro terra, ma anche la loro straordinaria capacità di farla conoscere e amare anche alle comunità delle quali sono ospiti.  

Una risposta a “SOSTEGNO TOTALE ALLE ZONE ALLUVIONATE DELLA SARDEGNA: LA MOBILITAZIONE DEL CIRCOLO "QUATTRO MORI" DI CHARLEROI IN BELGIO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *