"PRIGIONIERO 83964 – SETTECENTO GIORNI DALLA SARDEGNA AL LAGER BUCHENWALD": PRESENTATO AL CIRCOLO "4 MORI" DI RIVOLI IL LIBRO DELL'AUTORE NOVANTENNE MARIO GESUINO PABA

A Rivoli, 23 novembre 2013, tavolo dei relatori. In piedi Roberto Placido

di Paolo Pulina

A Torino, nel pomeriggio di sabato 23 novembre 2013, presso  il  Circolo “4Mori” di Rivoli (TO),  è stato presentato il libro dell’ex deportato nei lager nazisti Mario Gesuino Paba, “Prigioniero 83964. Settecento giorni di prigionia dalla Sardegna al lager di Buchenwald” (a cura di Carlo Pili e Giuseppe Contu). Il volume  racconta la drammatica storia delle sofferenze patite  da un ragazzo appena ventenne che viene catturato dai soldati nazisti e per settecento  giorni conosce la vita infernale in diversi campi di concentramento:  Meppen, Bielefeld, Paderborn, Dortmund, Buchenwald.

I curatori del libro Carlo Pili e Giuseppe Contu, dopo aver sentito raccontare per anni ad Aritzo le orribili esperienze del compaesano Saba (classe 1924)  nei campi di lavoro e di sterminio nazisti, hanno voluto conoscerlo e hanno convinto  il quasi novantenne ex deportato a mettere per iscritto la sua terribile testimonianza, che  Saba per decenni aveva voluto tenere per sé, tentando per quanto possibile di  confinarla nell’oblio («Come mai non hai mai parlato della tua vicenda con nessuno?». «Volevo dimenticare»).

Ha scritto Mario Gesuino Paba: «Qualche anno fa sono tornato a Buchenwald. Ho rivisto i reticolati, quel che resta dei forni crematori e le baracche, dove ci raccoglievamo tremanti. Ho risentito, nel silenzio assordante di oggi, le voci e le invocazioni di ieri. Ho capito che non bastano cinquant’anni per cancellare il ricordo di un crimine così efferato. Oggi più che mai è necessario che i giovani sappiano capiscano e comprendano: è l’unico modo per farci uscire dall’oscurità. E allora se la mia testimonianza, il mio racconto di sopravvissuto ai campi di concentramento e la mia presenza nel cuore di chi comprende la pietà servono a far crescere la consapevolezza e l’amore, allora potrò pensare che, nella vita, tutto ciò che è stato assurdo e tremendo, potrà servire come riscatto per il sacrificio di tanti innocenti».

Alla presentazione del volume a Rivoli, davanti a un folto pubblico, oltre l’autore e  i curatori,  sono intervenuti: Roberto Placido, Vice Presidente del Consiglio regionale del Piemonte; il Presidente dell’ANPI di Rivoli, senatore Lorenzo Gianotti; l’assessore alla Pace della città di Rivoli, Marisa Maffeis. Ha coordinato gli interventi il presidente del circolo “4Mori” di Rivoli,  Renzo Caddeo.

Il Vice Presidente Placido ha affermato che la storia di Gesuino (racconto drammatico ma  allo stesso tempo lucido per quanto riguarda l’analisi) merita di essere fatta conoscere ai giovani, i quali così possono capire le atrocità che l’uomo è capace di perpetrare su persone indifese. Questa storia però ci insegna che non bisogna neanche sottovalutare il pericolo che il fenomeno anti-umano si ripeta e  quindi bisogna vigilare perché questo non avvenga.

Il senatore Gianotti ha ringraziato l’autore per la semplicità con cui ha esposto i dettagli  della sua esperienza: in questo modo  ha reso coinvolgente la lettura e reso comprensibile a tutti il dramma che in quegli anni hanno vissuto milioni di persone.

Marisa Maffeis, che è impegnata nella costruzione della casa per la Pace della città di Rivoli, ha affermato che sicuramente questo libro sarà portato all’attenzione dei giovani, per fare in modo che  le atrocità inflitte  a Gesuino e a milioni di persone non si ripetano più.

Soddisfazione per il successo di partecipazione è stata espressa dal presidente del Circolo “4Mori” di Rivoli, Renzo Caddeo,  il quale ha anche annunciato che altri  incontri con altri autori sardi costituiranno una parte significativa del complessivo progetto  volto a celebrare nel migliore dei modi il 35° anniversario di fondazione del Circolo che cadrà  il 25 aprile 2014.

Nota finale. L’incasso delle vendite del libro viene interamente devoluto alla Missione di Jangany nel Madagascar gestita da Padre Tonino Cogoni,  anche lui di Aritzo.

4 risposte a “"PRIGIONIERO 83964 – SETTECENTO GIORNI DALLA SARDEGNA AL LAGER BUCHENWALD": PRESENTATO AL CIRCOLO "4 MORI" DI RIVOLI IL LIBRO DELL'AUTORE NOVANTENNE MARIO GESUINO PABA”

  1. Saludi a tottus,sono Renzo CADDEO,presidente del circolo 4Mori di Rivoli(TO),volevo ringraziarvi per la pubblicazione dell’articolo sulla presentazione del libro di Mario Gesuino Paba,leggendo l’articolo o notato un errore,viene riportato il
    nome di Saba e non Paba.
    Comunque ancora grazie per la pubblicazione,nei prossimi giorni vi invierò un articolo,con foto,sulle cene di solidarietà per la raccolta fondi per la sardegna,e del concerto con i TENORES di Fonni il 14 ottobre.
    Cari Saluti, Renzo CADDEO

  2. buonasera.
    Sono molto interessato al libro e vorrei acquistarlo. dove posso reperirlo ?
    Anche mio padre classe 1921 e’ stato deportato dai tedeschi in quegli stessi luoghi.
    Vi ringrazio per l’attenzione.
    Saluti

  3. Il libro se vuoi posso inviartelo se mi lasci l’indirizzo.
    Il costo e di 15.00 EURO.
    iL PRESIDENTE DEL CIRCOLO 4mORI
    RENZO Caddeo

  4. Sto cercando informazioni ,rigurdo mio zio, Eldio Del Vecchio , nato a Roma il 3 Luglio 1927, deportato a Bukenwald nel 1945 (dopo il rastrellamento del quadraro il 17 Aprile 1944), dove da poco abbiamo saputo e’ deceduto il 29 Marzo del 1945, dopo 70 anni era stato ritenuto disperso.
    Sto cercando qualsiasi tipo di informazione, che mi posso portare ad eventuali chiarimenti.
    Gradirei se fosse possibile ricevere i nomi di qualche persona che, per caso possa ricordarlo o, averlo conosciuto.
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *