A TU PER TU CON ROBERTO MELONI: DA ARDARE A RIGA, CAPITALE DELLA LETTONIA

Roberto Meloni

di Cristina Tangianu *

Il palco sembra essere la sua seconda casa: lo domina, ha la capacità di attirare la massima attenzione su di sé da parte del pubblico e quando inizia a cantare la sua voce intensa e possente lascia tutti a bocca aperta.

Roberto Meloni, come si usa in gergo, è un animale da palcoscenico, forse poco conosciuto in Sardegna, la sua terra, vive e lavora in Lettonia, ma con la sua bravura avrà il tempo di estendere la sua fama sia nell’Isola che nel resto dell’Italia.  Cantante, attore e performer, Roberto, di 36 anni, è nato ad Ardara, centro in provincia di Sassari. Con lui abbiamo scambiato due chiacchiere…

Da Ardara, piccolo centro in provincia di Sassari, a Riga, capitale della Lettonia. Cosa ti ha portato lontano dalla Sardegna? “Ultimo di cinque figli, quindi molto coccolato e viziato (anche tutt’ora..) ho sempre avuto la passione per i viaggi, per tutto ciò che si può definire “straniero”, “sconosciuto” soprattutto perché ritengo che uno dei modi migliori di conoscere se stessi e migliorarsi avviene attraverso la conoscenza del mondo che ti circonda con le sue differenze, stranezze e peculiarità. Quindi, dopo essermi diplomato all’Istituto Tecnico Commerciale di Ozieri, ho scelto di iscrivermi alla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere a Sassari. Il mio amore per le lingue mi ha portato a fare domanda con il progetto Socrates in Francia e successivamente con il progetto Leonardo in Lettonia, dove ho insegnato italiano in una scuola superiore per otto mesi. Nello stesso tempo mi sono laureato e fatto il servizio militare, per poi ritornare in Lettonia, dove ho frequentato un Master di Interprete per l’Unione Europea e prendere parte nel 2004 a un Talent Show stile X Factor…Da lì tutto il resto.. :)”

Pensi che restando nell’Isola ti saresti levato certe soddisfazioni dal punto di vista lavorativo? “Non penso mai a quello che poteva essere, penso sempre a quello che e’, che e’ stato e che sarà. Da quello che è stato cerco di prendere ciò che ritengo mi possa essere di insegnamento per quello che è e per quello che sarà. La Sardegna manca, specie in queste giornate di fin ottobre, con 5 gradi e cielo grigio, mentre vedi foto dei tuoi amici che sguazzano beati o prendono il sole. Mancano i colori, i profumi, mancano la famiglia e gli amici di sempre, anche se qui le amicizie non mi mancano. In un modo o nell’altro le soddisfazioni dalla mia terra arrivano comunque, come quando ho ricevuto in premio la Navicella d’Argento per sver portato il nome della Sardegna in giro per il mondo, e stare a fianco di personalità come Michela Murgia, Maria Luisa Busi o Piero Marras, e potrei ancora continuare con questo elenco, con la mia famiglia seduta lì ad applaudirmi e a starmi vicino come da sempre fanno, mi ha confermato quanto sia meravigliosa la nostra Isola.” 

Da settembre stai partecipando allo show TV “The Voiceof Lituania”, ci puoi raccontare com’è organizzato? “The Voice è un format internazionale, lo scorso anno anche in Italia e’ stata trasmessa la prima edizione su RaiDue con la Carrà, Pelu’, Noemi e Cocciante nelle vesti di coach.Lo scorso giugno ho preso parte come ospite a uno show televisivo lituano che parlava dell’Unione Europea, e dopo aver cantato ho ricevuto la proposta dai produttori di The Voice di presentarmi alle Blind Auditions che letteralemtne significa Selezioni Cieche, durante le quali il cantante si esibisce, ma i giudici sono di spalle e non lo vedono, sentono solo la sua voce, se a loro piace, si girano. Ho portato un pezzo di Adele, Rolling in the Deep…e si sono girati. Sono in suqadra con una coppia, lui Arunas Valinskas è un presentatore tv, chiamato in Lituania il”padre del pop” perchè scopritore dei primi talenti del pop nel Paese Baltico, lei Inga Valinskiene una delle cantanti più affermate in Lituania con un timbro di voce definito come miele nel the. 🙂 Le selezioni vanno avanti…tra poco mi attende la seconda selezione in cui mi scontrero’ contro uno della mia squadra…per ora diamo in 56 in tutto…diventeremo 28…poi 24…e a dicembre si svolgeranno i Live Shows, ogni sabato alle 19 sul canale lituano LNK, una sorta di Canale 5 lituano :)”

* SardegnaLive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *