EMIGRAZIONE: APPROVATO DALLA GIUNTA IL NUOVO DISEGNO DI LEGGE. INTERVENTI A FAVORE DEI SARDI NEL MONDO

foto di Alessandro Spiga

dall’Assessorato al Lavoro della Regione Sardegna

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore del Lavoro, Antonello Liori, ha approvato il disegno di legge “Interventi a favore dei Sardi nel mondo”.

“Con le comunità dei Sardi avevo preso l’impegno di per una rivisitazione della legge del 1991 – ha spiegato Liori – E, dopo una serie di incontri durante i quali ho accolto i loro suggerimenti, ho presentato una proposta che cerca di adeguarsi alle esigenze di una società in continua evoluzione. A partire dal concetto di ‘Sardi nel mondo’, che non è una questione esclusivamente nominale, bensì rappresenta un nuovo modo di concepire questo importante fenomeno che ha sempre caratterizzato la nostra Isola, ma che negli ultimi decenni è decisamente cambiato”.

“Tra le novità – ha sottolineato Liori – si parte da un’attività di semplificazione e di snellimento delle procedure burocratiche, favorendo interventi più immediati ed adeguati ai tempi. Viene inserito concretamente tra le finalità il concetto di rappresentanza e di promozione dell’Isola. Nell’apertura alla partecipazione dell’associazionismo, non legato a logiche strettamente territoriali, in tema di progettazione c’è l’intendimento di favorire anche la qualità degli interventi. Infine, spazio ad un necessario ed auspicato ricambio generazionale, agevolato con l’istituzione del Coordinamento dei giovani sardi nel mondo, che avrà il compito di sviluppare proposte e favorire iniziative rivolte alle nuove generazioni”.

 “I Sardi nel mondo sono una risorsa importante per la nostra Isola, un patrimonio umano e culturale che ha contribuito a far conoscere la Sardegna in tutto il mondo. E’ necessario – ha concluso l’assessore Liori – proseguire nel cammino intrapreso vent’anni fa, valorizzandola però in maniera adeguata ai tempi”.  

2 risposte a “EMIGRAZIONE: APPROVATO DALLA GIUNTA IL NUOVO DISEGNO DI LEGGE. INTERVENTI A FAVORE DEI SARDI NEL MONDO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *