TRE GIORNI DI GRANDE PARTECIPAZIONE PER NOSTRA SIGNORA DI BONARIA DEI SARDI RESIDENTI AD OSTIA, CIVITAVECCHIA E ROMA

Madonna di Bonaria
Madonna di Bonaria

di Enzo Pisano

Ad Ostia è stata una giornata di grandissima emozione per i tanti sardi che hanno atteso sin dalle prime ore del mattino l’arrivo del simulacro della Madonna di Bonaria, accompagnata dai Padri Mercedari e da oltre 500 pellegrini provenienti dalla Sardegna, ospitata nella chiesa del litorale romano a lei dedicata dove è rimasta esposta per tutto il giorno e per la notte. E’ stata celebrata la Santa Messa presieduta dal vescovo del settore sud della diocesi di Roma Monsignor Paolino Schiavon, con una partecipazione commossa dei fedeli che, non avendo trovato posto in chiesa, hanno partecipato alla funzione stando in piedi per ore nel piazzale antistante.  Nel pomeriggio i pellegrini venuti dalla Sardegna hanno potuto visitare gratuitamente gli scavi archeologici di Ostia Antica, grazie al Comune di Roma con l’interessamento dell’onorevole Gemma Azuni, consigliere comunale e membro del consiglio direttivo del Circolo Culturale “Quattro Mori” di Ostia Lido. La chiesa di Nostra Signora di Bonaria era stracolma di fedeli, molti dei quali di origini sarde, che hanno assistito con enorme commozione alla Santa Messa celebrata dall’arcivescovo di Cagliari Monsignor Giuseppe Mani il quale è rimasto meravigliato nel sapere che ad Ostia Lido vivono circa 17.000 sardi. Il direttivo del Circolo “Quattro Mori” di Ostia ha donato a Monsignor Mani un libro delle opere di Albino Manca, esposte dal 29 aprile al 2 maggio al Vittoriano di Roma dove ha avuto gran successo di pubblico. Il parroco della chiesa di Nostra Signora di Bonaria assieme ad alcuni operatori volontari della parrocchia e ad una rappresentanza del gruppo venuto dalla Sardegna sono stati invitati dal Circolo “Quattro Mori” ad assaporare alcuni piatti tipici sardi preparati per l’occasione dalle donne del Circolo, con grande apprezzamento. Il giorno dopo il simulacro della Madonna è partito per la Città del Vaticano dove c’è stata l’udienza del Santo Padre Benedetto XVI in piazza San Pietro tra la commozione generale dei partecipanti in uno sventolio di fazzoletti di colore rosso-blu con l’immagine di N.S. di Bonaria e tantissime bandiere con i quattro mori della Sardegna, Nel pomeriggio il simulacro è stato esposto nella parrocchia di Santa Maria della Mercede dove è stata celebrata la Santa Messa presieduta da Mons. Guerino Di Tora, vescovo ausiliare del settore nord della Diocesi di Roma. Il terzo giorno c’è stato il saluto alla Vergine di Bonaria, infatti il simulacro è partito dalla parrocchia di S. Maria della Mercede per Civitavecchia dove è rimasta esposta fino a sera nella chiesa dell’Immacolata Concezione. La S. Messa è stata presieduta da Mons. Gino Reali, vescovo di Porto Santa Rufina e amministratore apostolico della Diocesi di Civitavecchia-Tarquinia alla presenza dei numerosi fedeli residenti a Civitavecchia. Dopo il Rosario il simulacro è stato accompagnato con una fiaccolata dalla chiesa dell’Immacolata fino al Porto Vecchio di Civitavecchia dove c’è stato il saluto ai pellegrini e alla Vergine che è ritornata a Cagliari. Sono stati tre giorni di grande partecipazione da parte di tutti i sardi residenti ad Ostia, a Roma e a Civitavecchia, ma la cosa straordinaria è che molti non sardi hanno partecipato con grande entusiasmo a questo evento. Il Circolo “Quattro Mori” di Ostia ringrazia tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita di questo momento di raccoglimento davanti a N.S. di Bonaria e un grazie particolare a tutti i fedeli, sardi e non, che sono accorsi numerosi a venerare e supplicare la Patrona massima della Sardegna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *