LA MOSTRA PERSONALE DEL SASSARESE MARCO MATTEI DAL 1° MAGGIO A TERRALBA

Mattei
dal Circolo Culturale d’Arte Promoteo di Terralba

Il Circolo Culturale d’Arte Prometeo è lieto di comunicare che durante il prossimo mese di maggio ospiterà, presso la propria galleria, sita a Terralba (OR), nella via Marceddì, 5, la Mostra Personale di pittura di Marco Mattei, dal titolo “Come mi vuoi”. L’inaugurazione si terrà  alle ore 18,00 di sabato 1 maggio presso la galleria. Dopo il successo di critica e di pubblico della Personale tenutasi a Sassari, al Palazzo della Frumentaria, nel mese di gennaio scorso, Marco Mattei approda al Circolo Culturale d’Arte Prometeo, che ospiterà la sua Personale di pittura dall’1 al 31 maggio 2010. Marco Mattei, pittore e illustratore, è nato a Sassari nel 1977, si è diplomato all’Istituto d’Arte e all’Accademia di Belle Arti di Sassari con il massimo dei voti. Nel 2006/2007 insegna discipline artistiche in diversi Istituti e licei; attualmente insegna disegno e storia dell’arte presso il Liceo scientifico “Pitagora” di Sassari; dal 1996 espone regolarmente in collettive e personali sul territorio nazionale. Marco Mattei, nelle sue opere pittoriche, propone il ritorno alla figurazione umana, in contrapposizione all’arte astratta che ha dominato negli ultimi anni la scena pittorica e non solo. L’artista mette in vendita le opere presentate alla mostra.

2 risposte a “LA MOSTRA PERSONALE DEL SASSARESE MARCO MATTEI DAL 1° MAGGIO A TERRALBA”

  1. Grazie Massimiliano, come sempre sei puntuale e gentilissimo nel pubblicare i nostri comunicati stampa, grazie!
    Ieri ho inviato nuovamente il comunicato perchè abbiamo aggiunto la nostra Recensione Artistica, erroneamente denominata Commento. Se potessi aggiungerla, farebbe molto piacere a noi di Prometeo e all’artista.
    Comunque, grazie infinite, e appena scendi a Terralba, ti aspettiamo.

  2. ha uno stile che a me piace molto, ho un suo dipinto,qundo lo guardo mi trasmette molte emozioni,sento quel viso che mi legge dentro ed io lo ringrazio per questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *