"Sa Die" 2010 si svolgerà a Cinisello Balsamo organizzata dai circoli sardi della Lombardia

di Massimiliano Perlato (immagine della riunione di circoscrizione Lombardia coordinata da Antonello Argiolas)

 

Si sono riuniti presso il circolo AMIS di Cinisello Balsamo, i delegati delle associazioni degli emigrati sardi della Lombardia, coordinati da Antonello Argiolas. Si è trattato del primo appuntamento per il 2010. Nuovo anno, vecchie le tematiche affrontate: le difficoltà nella rendicontazione dei bilanci da spedire alla Regione Sardegna, rispettando parametri sempre più complicati e burocratici. Pena, il taglio delle esigue risorse per sostenere le attività culturali, che già di per sé, arrivano dalla Sardegna in grave ritardo e solo sulle manifestazioni già svolte. Da qui, le svariate condizioni di difficoltà economica in cui versano diversi sodalizi. L’unica notizia positiva riguarda il rinnovo della Consulta dell’Emigrazione che così, con la fine del 2009, riprenderà ad attuare nei confronti della Giunta regionale, il pressing necessario per dare un occhio di riguardo in più verso il mondo migratorio organizzato. Va sottolineata l’elezione nel gruppo presidenziale della Consulta, del Presidente della FASI, Tonino Mulas. L’incontro di Cinisello Balsamo è stato motivo anche di confronto sulla difficoltà di "arruolare" giovani nei vari circoli, in modo che possano garantire in un prossimo futuro, dei ricambi generazionali a livello dirigenziale. L’ampia tematica ha contrapposto diverse idee sul tema, che rimane per il futuro dei circoli degli emigrati, una delle questioni principali da risolvere. Antonello Argiolas ha voluto menzionare per questo 2010, i progetti principali della FASI da elaborare a livello culturale. Per concludere, anche nel 2010, presumibilmente nella prima domenica di maggio, verrà programmata in Lombardia "Sa die de sa Sardigna". Per l’organizzazione dell’ evento si è candidato il circolo AMIS di Cinisello Balsamo. La giornata, ancora tutta da definire, verrà trascorsa con visite al Museo della Fotografia cittadino e al Parco della Villa Ghirlanda. Si parteciperà alla Messa nella chiesa principale in piazza Gramsci. Dopo il pranzo, si svolgerà un convegno e uno spettacolo musicale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *