Su Cuntzertu Abbasantesu: una storia ventennale portando il folk sardo in giro per il mondo

di Franco Piras

 

Il gruppo a tenores  "Su Cuntzertu Abbasantesu" nasce nel 1981, grazie all’appassionata ricerca dei suoi fondatori che ricostruiscono, con la preziosa collaborazione di alcuni anziani "Cantadores", il patrimonio di canti e balli a tenore di Abbasanta garantendone così la sopravivenza e la continuità. Si esibisce in diverse località dell’isola, d’Italia e all’estero rappresentando Abbasanta e la Sardegna col proprio canto simbolo della musica sarda. Su Cuntzertu Abbasantesu conta anche varie apparizioni televisive sia su reti Regionali che Nazionali e ha inciso varie musicassette tra le quali "laudes a sa tuva" , e "Cantidos de terra nostra". Il suo repertorio oltre ai canti a "trazu a sa eretta" ed a ritmo di ballo (su passu, su bichiri, su ballu Abbasantesu, S’istudiantina antiga, ecc.), comprende anche l’esecuzione di canti liturgici e paraliturgici propri Abbasantesi, seguendo fedelmente la tradizione tramandata dagli antichi cantori, (inserendosi così tra un ristretto  gruppo di tenores per questo genere di canti in Sardegna). Esegue inoltre i vari canti della Settimana Santa e Natalizi, oltre ad acompagnare i poeti nelle gare di poesia Sarda. La prima apparizione all’estero de Su cuntzertu Abbasantesu avviene nel lontano 1987 e precisamente in Germania collaborando per l’occasione con l’Associazione Folk Coro di Abbasanta, ospiti del Circolo dei Sardi: Grazia Deledda di Wolfsburg. Nel 1991, in Giappone grazie all’inserimento del cosiddetto " progetto Nuraghe " programmato in quella epoca dall’allora ente turistico Regionale E.S.I.T., si esibisce nelle città principali quali Tokio, Kyoto, Nagoya e Osaka, ecc… Le manifestazioni si eseguono principalmente all’interno di grossi centri commerciali o gallerie di alta moda o altrettanti centri cittadini ad alta concentrazione di pubblico, le stesse erano mirate alla promozione della nostra cultura e tradizione, alla  nostra cucina oltre che alle coste ed il mare Sardo. Nel 1995 il gruppo partecipa ad un tour in Germania, con il gruppo di ballo Città di Oristano allo stesso progetto Nuraghe del 91 programato dall’E.S.I.T., in Baviera e più precisamente nei centri di Lindau, Friderikschafen e Monaco. La manifestazione, denominata " Interboot " (Festa internazionale Nautica) vedeva protagonisti tutti i gruppi etnici della maggior parte degli stati europei, e si svolgeva nelle rive del lago di Costanzo, confine Austriaco e Svizzera tedesca.  Nel 2000, il nostro gruppo si reca in Croazia nei centri di Zagabria e Bjelovar, in collaborazione col gruppo folk "Guilcer" di Corbello, inserito nel contesto di uno scambio culturale tra la Sardegna  e la Croazia. Il 2004, sempre in collaborazione dell’associazione Folk Coro di Abbasanta  ci vede protagonisti  in Francia Dopo alcuni anni di assenza, nel 2008 il nostro gruppo ritorna all’estero e più precisamente a Bruxelles, impegnati in una esibizione presso il comitato economico e finanziario del mercato comune europeo. Durante il soggiorno a Bruxelles ospiti della locale associazione dei Sardi "Martino Mastinu", eseguivamo durante la messa celebrata all’interno della cattedrale di Sant. Michel de Gudulè, i nostri canti a tenore fedeli e rispettosi della liturgia, in sardo e latino a trazu abbasantesu. L’ultimo giorno di permanenza, alla presenza di centinaia di nostri conterranei e a conclusione della nostra toournè, presso la Sala degli spettacoli "du Ring",si effettuava una serata di cultura tipica Sarda con canti e balli tradizionali. Oggi su "Cuntzertu Abbasantesu" fa parte dell’Associazione Tenore Sardegna" (SOTZIU TENORES SARDIGNA), costituitasi nel 2005, dopo il riconoscimento da parte dell’UNESCO del canto a tenore come patrimonio intangibile dell’umanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *