Proposta ai circoli per un laboratorio di cultura sarda attraverso la ceramica

di Alessandra Pilloni

 

Sottopongo  alla  vostra  attenzione la proposta di  un Laboratorio di Cultura Sarda, rivolto agli emigrati sardi.

LABORATORIO DI CULTURA SARDA

Il nuragico e il prenuragico attraverso la ceramica

 

DESCRIZIONE E OBIETTIVI

         Finalità del corso sarà quella di far apprendere ai partecipanti le caratteristiche principali della cultura sarda attraverso lo studio teorico e pratico delle civiltà più antiche dell’isola.

Attraverso percorsi tematici incentrati sugli aspetti più suggestivi e originali della cultura nuragica e prenuragica gli allievi potranno imparare a conoscere e ad amare le tradizioni della propria terra d’origine.

Il filo conduttore del laboratorio sarà la ceramica, che per le epoche alle quali ci riferiamo è un’ indicatore culturale importante, che gli studiosi ricercano per trarre notizie e informazioni sugli antichi popoli della Sardegna.

Della ceramica si studieranno le forme, le metodologie di lavorazione dell’argilla, le decorazioni, i significati, i principali ritrovamenti.

         I partecipanti impareranno a conoscere l’argilla attraverso racconti, aneddoti e disegni, a cui poi daranno forma, ispirandosi alla cultura Sarda  nuragica e prenuragica

Grande importanza avranno gli elementi di storia dell’arte ceramica in Sardegna e la contestualizzazione storico-ambientale degli oggetti.

I partecipanti potranno poi realizzare in prima persona l’oggetto utilizzando tecniche primitive.

Alla fine del laboratorio è previsto l’ allestimento di una piccola mostra finale con esposizione degli oggetti realizzati e di eventuali pannelli didattici sugli argomenti trattati.

TECNICHE

              Realizzazione dell’oggetto.

              Tecnica a lastre.

              Colombino

              Decorazione con engobes (terre colorate)

 

DURATA: Si prevede un laboratorio concentrato in un fine settimana, dal venerdi sera o sabato mattina alla domenica sera, con l’alternanza di lezioni teoriche e pratiche tenute da specialisti nel settore della ceramica e dell’archeologia e cultura della Sardegna.

 

ALLIEVI: E’ consigliato un numero non superiore a 30.

 

LOCALI: E’ necessario un locale sufficientemente ampio, luminoso, attrezzato con banchi e sedie, dotato di acqua corrente.

 

MATERIALI: Argilla, ossidi, spatole, fogli, matite a carico nostro.

                

 

COSTI: 1000 euro netti comprensivi dei materiali, più viaggio, vitto e alloggio a carico vostro        (Accettiamo volentieri l’ospitalità familiare in casa di partecipanti o organizzatori).

Giovanna Seddone

jovannas@_katamail.com

 

Alessandra Pilloni

Ale_aisha@yahoo.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una risposta a “Proposta ai circoli per un laboratorio di cultura sarda attraverso la ceramica”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *