Le iniziative del circolo intitolato ad Ulisse Usai a Brisbane, in Australia

di Fausto Zanda

Nel crescendo delle manifestazioni svolte dal circolo Queensland Sardinian Culture Club (Ulisse Usai) Inc. a Brisbane, in questa vetrina sulla Sardegna è stata presentata una esposizione di tappeti arazzi, splendidi manufatti realizzati al telaio da abili mani tessitrici che hanno conservato i segreti di un artigianato unico nella sua originalità, un mondo di segni che esprimono i tratti essenziali della cultura di un popolo. Alle pareti, l’esposizione dei quadri di un noto artista sardo, Luciano Piu, con i suoi dipinti esclusivamente basati sul popolo sardo, accompagnato dalla mostra dell’editoria sarda, dai testi di letteratura a quelli di poeti in "limba", alle prestigiose pubblicazioni illustrate delle nostre bellezze naturali. Non poteva mancare certamente una esposizione di prodotti sardi. Dal miele amaro, quello di cardo selvatico, alla bottarga, ricci di mare, pane carasau, fregola, malloreddus, vari tipi di prodotti sottolio, formaggi, pecorino, olio, torrone, naturalmente in esposizione anche i vini pregiati della nostra Isola. La presentazione dei vini e della gastronomia sarda ai ristoratori e imprenditori sull’export-import è stata presentata da un famoso chef sardo, Luigi Pomata, noto per la sua innovazione nella cucina sarda, venuto a Brisbane esclusivamente per questa manifestazione. La settimana è cominciata con la presentazione ai ristoratori e imprenditori di assaggi dei nostri prodotti e vini nel noto ristorante Viale Canova; presenti come ospiti il vice console Antonio Colicchia ed il grande produttore di vini e della famosa birra Bernard Power. Poi una presentazione della cucina sarda a Palazzo Versace, il migliore hotel in Australia, che ringraziamo per la grande disponibilità e accoglienza. Infine l’apertura della mostra da parte del console d’Italia, Francesco Capecchi, con degustazione dei prodotti sardi (formaggi, dolci, miele, vini, ecc.). Il dottor Capecchi ha elogiato l’ottima iniziativa per tenere viva la cultura e le tradizioni regionali con un’ottima esposizione dei suoi prodotti a complemento. Durante le giornate sono stati proiettati film di storia, documentari sulla nostra Isola. Il circolo ha presentato un pezzo di Sardegna di altissimo livello, della sua storia, della cultura dei suoi prodotti e della sua realtà attuale, senza tralasciare davvero nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *