Venerdì 17, al "Su Nuraghe" di Biella, Davide Mocci, giovane regista sardo

di Battista Saiu

Venerdì 17 aprile, ore 21, nelle sale di via Galileo Galilei, 11: nuovo appuntamento di Su Nuraghe Film, per "conoscere la Sardegna attraverso il film d’autore", un modo semplice per trovare o ritrovare l’Isola. L’ingresso è libero. In cartellone "Sardegna nel cuore del Mediterraneo", un cortometraggio della durata di 75 minuti, realizzato dal giovane regista cagliaritano Davide Mocci, apprezzato documentarista di Geo & Geo, la trasmissione televisiva pomeridiana di Raitre. Il documentario racconta il significativo percorso dell’originale civiltà nuragica, sviluppatasi in maniera imponente circa 3500 anni fa quando furono creati i primi nuraghi, edifici fortificati dei quali oltre settemila sono ancora esistenti in Sardegna. Il filmato permette di scoprire come poteva apparire la vita dentro i grandi massi di pietra e i motivi che hanno determinato la scomparsa di molti nuraghi, il simbolo, la radice storica del Popolo sardo. Nel corso del documentario viene analizzata anche l’originalità della lingua sarda, le differenti parlate nelle diverse aree geografiche dell’Isola e le due enclave linguistiche in terra sarda, quella catalana ad Alghero e quella tabarkina a Carloforte. La lingua, la cultura e la storia sarda sono qui presenti nell’incredibile contesto geografico che, dalle immagini del documentario, dimostrano anche perché la Sardegna sia una grande protagonista nel cuore del Mediterraneo. Alla serata, presentata dal dott. Gianni Cilloco, sarà presente il regista Davide Mocci, impegnato in alcune riprese naturalistiche nella Baraggia biellese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *