Dal 18 al 21 marzo, la Sardegna sarà presente alla "Mitt", la fiera del turismo di Mosca

ricerca redazionale

 

Il mercato turistico russo in Sardegna è in costante crescita. Si tratta di una domanda strategica per l’Isola che di fatto non conosce crisi anche nei periodi più critici. Il trend positivo del mercato è confermato dai dati relativi al 2008 diffusi dall’Assessorato regionale del Turismo sulla base delle rilevazioni effettuate dall’Osservatorio Economico regionale. Nell’anno 2008 gli arrivi e le presenze dei russi sono cresciuti del 3,8 % passando rispettivamente da: 14.908 del 2007 a 15.469 del 2008 e da 104.928 presenze del 2007 a 108.875 del 2008. I dati erano in salita già dal 2006. Rispetto all’anno precedente ci fu allora un incremento boom di arrivi del 28,9 % e di presenze pari al 22,2 %. Nel 2007 l’aumento di arrivi è stato ancora superiore, ovvero pari al 32 % mentre quello delle presenze ha sfiorato il + 23 %.  Al di là dei numeri si può affermare che le relazioni di partnership nell’ambito turistico tra Mosca e la Sardegna si stiano consolidando sempre di più e che la politica della Regione metterà in campo ogni azione per rafforzarle e per incrementare i già importanti flussi. A conferma di ciò dal 18 al 21 marzo, trenta operatori turistici sardi saranno accreditati alla Fiera internazionale moscovita del settore, MITT. La Sardegna sarà rappresentata all’interno dello stand Enit – Agenzia nazionale del turismo nel Padiglione 2. Si sottolinea la presenza nello spazio regionale delle Province di Ogliastra, Olbia Tempio, Carbonia Iglesias e del Gal Montiferru Barigadu Sinis e di alcuni Comuni. In occasione di questo appuntamento l’Assessorato ha promosso anche un workshop che si è tenuto all’Hotel Marriott Aurora della capitale russa con 16 aziende sarde del comparto. Si tratta di importanti catene alberghiere, hotel, società di incoming, bus operator, autonoleggio di lusso isolani. Gli operatori della domanda russi hanno risposto con molto interesse: ben 52 le strutture che si sono presentate all’incontro organizzato dalla Regione. L’Assessorato ha peraltro implementato gli strumenti di comunicazione dedicati agli operatori russi come la Guida turistica generale, quella sui Beni Culturali e sui Centri benessere tradotte in russo. È prevista anche la traduzione del portale istituzionale Sardegnaturismo.it.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *