“GENS ILIENSES”, IL 31 LUGLIO (E SINO AL 29 AGOSTO), L’INAUGURAZIONE A SANTA MARIA NAVARRESE DELLA MOSTRA DI PIETRO BASOCCU, FOTOGRAFO SOCIALE OGLIASTRINO

di FEDERICA CABRAS

Diviso tra la medicina e la fotografia, due grandi passioni, e sempre in prima fila per seguire entrambe al meglio, nonostante siano faticose – come afferma – e necessitino di studio e impegno costanti: stiamo parlando di Pietro Basoccu, “fotografo sociale” e pediatra ogliastrino. Per quanto riguarda il suo lato artistico, i suoi racconti odorano della sua terra, l’Ogliastra, ma non in una prospettiva limitante: «Racconto quello che può essere narrato il qualsiasi altra parte del mondo.»

In un certo senso, indagare sul proprio luogo d’origine, estrapolarne problemi e punti di forza e raccontare la sua umanità più intrinseca in varie serie di racconti visivi, di scatti, di istantanee di vita, è un po’ come permettere a chi osserva attentamente i suoi lavori di salire su una vetta, sedersi e guardare tutto quello che di solito non sanno guardare sul proprio mondo, lo stesso che abitano quotidianamente ma che danno per scontato, dall’alto. Immergersi nei problemi della propria comunità, capirne le crepe, le difficoltà, le fatiche e i momenti di soddisfazione: questo il premio. Indaga soprattutto la sofferenza, Basoccu, la mette a nudo e la mostra con i suoi scatti e questo è intimo, giusto e magico al tempo stesso. 

Una tra le più conosciute, senza ombra di dubbio è la mostra “Centenari” (2019): come dimenticare le rughe dei nostri anziani, cicatrici di lavoro e saggezza, i loro sguardi, sereni o accorati, le loro mani rugose e i loro occhi profondi come pozzi e pieni di racconti, di imprese e di terra, la nostra, che li ha sempre cullati nel proprio grembo come ha sempre fatto con ognuno dei suoi figli. Dei suoi figli di Sardegna.

Ora, si cimenta in un nuovo, esplosivo progetto: sarà inaugurata sabato 31 luglio – e visitabile fino al 29 agosto –, alle 19, in via Lungomare a Santa Maria Navarrese, la mostra “GENS ILIENSES”. 62 foto, frutto di un intero anno di lavoro, che mostrano volti di artisti, scrittori, intellettuali contemporanei che con il loro talento arricchiscono il patrimonio culturale d’Ogliastra. Ad accompagnare le immagini, i testi di Bepi Vigna, “Pietro Basoccu e il paesaggio umano”, e di Salvatore Ligios, “Tra il politico e il poetico”.

Interverranno Salvatore Corrias, sindaco di Baunei e consigliere regionale, Massimo Cannas, presidente dell’Unione dei Comuni del Nord Ogliastra, lo scrittore Bepi Vigna e Salvatore Ligios, presidente dell’Associazione Su Palatu Fotografia.

Il catalogo cartaceo della mostra, curato della Soter editrice, può essere consultato e acquistato presso l’INFO POINT e l’edicola Barca di Santa Maria Navarrese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *