IL CAGLIARI BATTE IL VERONA 2-1 E PASSA AGLI OTTAVI DI FINALE DELLA COPPA ITALIA

ph: Riccardo Sottil autore del gol vittoria

Il Cagliari batte 2-1 l’Hellas Verona alla Sardegna Arena e si qualifica agli ottavi di finale di Coppa Italia, dove affronterà l’Atalata. Ha deciso in pieno recupero un guizzo di Riccardo Sottil in una partita divertente e difficile, che si può suddividere in tre fasi: meglio il Cagliari nel primo tempo concluso in vantaggio grazie ad un gol di Cerri, forte reazione dell’Hellas nella ripresa che ha fruttato un pari a quel punto meritato dopo diverse parate di Vicario, finale carico di orgoglio e voglia di vincere da parte del Cagliari e chiuso dal gol del giovane nazionale Under 21. Proprio il carattere, la determinazione e la capacità di soffrire mostrate dalla squadra sono le migliori notizie della giornata per Di Francesco in vista dello Spezia, oltre a numerose giocate di qualità con un Sottil in gran vena.
Il Cagliari si schiera con Vicario in porta, Zappa, Pisacane, Walukiewicz e Carboni a comporre il quartetto di difesa, Rog e Oliva in mezzo al campo, Tramoni, Joao Pedro e Sottil il trio di supporto all’attaccante centrale Cerri.
Si gioca subito su ritmi alti, con rapidi capovolgimenti di fronte. I rossoblù superano il pressing alto dei veronesi e controbattono, scatenando le frecce Sottil e Tramoni.
Al 17′ Joao Pedro batte a sorpresa una punizione dal limite per Cerri che segna, ma l’arbitro ferma tutto: non aveva fischiato la ripresa del gioco.
Al 27′ un tiro da fuori di Tramoni non impensierisce il portiere Pandur.
Alla mezz’ora il Cagliari passa: grande azione di Sottil che corre sulla fascia destra mantenendo vivo un pallone destinato al fallo laterale, assist basso per Cerri, rasoiata di destro che picchia sul palo interno e termina in rete.
Al 41′ eccesso di confidenza di Veloso, il retropassaggio costringe il portiere a rinviare di piede frettolosamente sull’attacco di Cerri.
Hellas vicino al pari allo scadere del tempo: la punizione dalla distanza di Veloso sembra destinata sotto l’incrocio, Vicario balza a togliere il pallone fuori con un ottimo intervento.
Il Cagliari va comunque al riposo in vantaggio ed è un risultato giustificato da quel che si è visto sul prato della Sardegna Arena.
Juric opera tre cambi dopo l’intervallo: entrano Di Carmine, Ceccherini e Dimarco per Cetin, Dawidowicz e Amione.
L’Hellas parte all’attacco: c’è subito lavoro per Vicario, prodigioso su Udoge e Di Carmine. Poi è Pisacane a mandare in angolo su pericoloso cross di Salcedo.
Al 65′ su angolo dalla sinistra, sempre Salcedo salta arrampicandosi su Cerri: pallone in rete, ma l’arbitro Prontera annulla giustamente, chiaro il fallo sul 27 rossoblù, a giudicare dalle riprese televisive.
Prime mosse dalla panchina del Cagliari: Nandez per Tramoni. Al 69′ pericoloso Colley che vince il duello di forza con Carboni, il tiro da posizione defilata si spegne sull’esterno della rete.
Entrano Pavoletti e Tripaldelli per Cerri e Pisacane, vittima di crampi alla coscia sinistra.
Al 71′ nell’Hellas dentro Tameze per Faraoni. Due minuti dopo è bravo Tripaldelli a mandare di testa in angolo per anticipare Salcedo, su cross di Veloso.
Al 74′ arriva il pareggio: ennesimo traversone di Veloso dalla sinistra, sponda di Salcedo dalla parte opposta, Colley liberissimo mette in rete.
Nuovo cambio nell’Hellas, Barak al posto di Bertini.
Il gol subito scatena la reazione del Cagliari: Joao Pedro salta un difensore con un sombrero, destro al volo parato da Pandur. Dentro Ounas per Oliva: Di Francesco vuole vincerla prima dei supplementari.
Sottil, spostato a sinistra, torna prepotentemente in partita: prima effettua un tiro cross bloccato da Pandur, poi vince un doppio contrasto in area, potrebbe tirare ma cerca un assist per Pavoletti, Udoge capisce tutto e spazza in qualche modo.
Ancora Sottil reclama un rigore per una carica di Ceccherini in piena area e un fallo di mano da parte dello stesso difensore.
All’88’ ancora un tentativo di Joao Pedro, bloccato da Pandur. Dalla parte opposta una conclusione di Veloso pizzica la parte alta della traversa.
Le due squadre insistono, ci prova Di Carmine, fuori. L’arbitro Prontera assegna quattro minuti di recupero, il Cagliari si salva dopo una paurosa mischia in area, poi Joao Pedro impegna Pandur con un tiro da fuori area.
Al 3′ di recupero Joao Pedro guadagna un angolo, batte veloce Rog per Sottil, controllo e sinistro che sorprende Pandur: è il gol vittoria, i rossoblù accedono agli ottavi di finale di Coppa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.