TRENTO STRAPAZZA SASSARI: LA DINAMO MAI IN PARTITA IN TRENTINO PERDE PER 92-78

ph: Bendzius

Dopo la bella vittoria su Tenerife di mercoledì in coppa la Dinamo si ferma alla BLM Group Arena dove gli uomini di coach Gianmarco Pozzecco cedono all’energia della Dolomiti Energia. I giganti, provati dalle assenze e dall’extra sforzo della gara di BCL disputata mercoledì, subiscono l’energia e la fiducia di Trento, in scia dopo le cinque vittorie in Eurocup e gli ultimi due successi in campionato. I padroni di casa scavano il gap chiudendo il primo tempo avanti di 13. Al rientro dall’intervallo lungo la rimonta sassarese viene bloccata dalle troppe palle perse e da un antisportivo sanzionato a Gentile che apre un parziale di 10-0 per i bianconeri che scappano via. Al Banco non bastano i 25 punti di Eimantas Bendzius, i 18 di Jason Burnell, gli 11 di Jack Devecchi con 3/3 da tre e i 10 assist di Marco Spissu.

Starting five biancoblu con Spissu, Bilan, Devecchi, Burnell e Bendzius, coach Brienza risponde con Martin, Browne, Morgan, Williams e Maye. È Miro Bilan ad aprire le danze infilando i primi due punti del match, Trento risponde con un break di 7 punti. Ci vuole parlare su coach Pozzecco ed è coach Jack Devecchi, ancora una volta in quintetto, a sbloccare i giganti: lo seguono Bendzius e Spissu e il Banco piazza un parziale di 9-0. Sul campo anche Stefano gentile di rientro dal lungo stop per infortunio, a fermare l’offensiva sassarese Toto Forray che dall’arco riporta i suoi in vantaggio. Altro parziale di Trento che chiude la prima frazione avanti 17-11. Anche il secondo quarto ha un andamento ondivago: La Dinamo mette la testa avanti con Benji, ma Sanders firma un break in solitaria di 5 lunghezze che convince il Poz a chiamare minuto. Ancora Eimantas Bendzius a sbloccare i sassaresi: il lituano infila 5 punti di fila e scrive il 23-22. Ma Trento è implacabile e bombarda con Morgan e Williams. A fermare l’emorragia il 2+1 di Bendzius che riporta Sassari a un possesso di distanza. I padroni di casa però firmano il +10  trascinati dal trio Sanders, Williams e Forray. IL Banco paga le tante palle perse e fatica in attacco, il canestro di Sanders su persa di spissu in rimessa chiude il primo tempo 45-32. Al rientro dall’intervallo lungo il Banco prova a riprendersi l’inerzia della sfida trovando subito il canestro con Bendzius, ormai oltre i 20 punti, e ritrovando fluidità in area con 4 punti di Miro Bilan. Un fallo antisportivo sanzionato a Gentile, dopo la dodicesima palla persa dei sassaresi, chiude le speranze alla Dinamo: Trento infila i due iberi con Forray e la tripla di Browne aprono un parziale di 10 lunghezze dei padroni di casa. L’Aquila scrive il +20 con Sanders, gli uomini di coach Gianmarco Pozzecco provano a fermare l’energia dei bianconeri ma Trento è in gas e riscrive il massimo vantaggio. Al 30’ il tabellone dice 75-49. Il Banco prova ad accorciare le distanze e lo fa con Burnell e Bilan, ma Trento resta ampiamente in controllo. Gli ultimi 5’ sono garbage time. Alla BLM Group Arena finisce 92-78.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *