L’ASSOTZIU STREAM FESTIVAL: TRE GIORNATE DI CONCERTI IN STREAMING A BARCELLONA CON L’ASSOCIAZIONE SARDA

di MAURIZIO PIRODDI

S’assòtziu de sos sardos in Catalugna, con sede a Barcelona, presenta l’ ”Assotziu stream festival” programmato per il 26,27,28 Giugno. Tre giornate di concerti in streaming in cui si esibiranno alcuni dei più importanti musicisti sardi residenti in Catalogna. Grande apertura venerdi’ 26 Giugno con il musicista Paolo Angeli. Sabato 27 si prosegue con il duo composto da Carlo Doneddu e Vanessa Bissiri. Conclude, domenica 28 Giugno, la cantautrice catalana Raquel Lúa si esibira’ accompagnata dal contrabbassista cagliaritano Marco Boi. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 20.00

Il lockdown non ha bloccato l’attivitá dell’ associazione che continua sul web, restando fedele alla sua missione di diffondere la cultura e le espressioni artistiche sarde in Catalogna, e in questo caso aprendo la sua attivita’ alla rete. Ha inoltre deciso di sostenere gli artisti e gli operatori del settore culturale, fra i piu ́ penalizzati dalla totale chiusura delle attivitá e pressoché ́privi di tutele e aiuti statali. Lo fará remunerando gli artisti per il live streaming e invitando il pubblico a una libera donazione che potra’ essere effettuata attraverso il sito internet dell’associazione: www.sardosincatalugna.cat

Attraverso lo stesso sito e la pagina facebook dell’associazione sará possibile accedere agli spettacoli.

Assotziu stream festival

Venerdi’ 26 giugno si esibirá Paolo Angeli, con la sua famosa chitarra sarda a diciotto corde, corredata di martelletti, pedaliere ed eliche che la rendono una piccola orchestra. L’artista di Palau si è ormai conquistato un importante spazio nel panorama internazionale del Jazz contemporaneo con le sue contaminazioni che spaziano in mille direzioni, a partire dalla profonda conoscenza della musica tradizionale sarda e del “canto a chitarra”, per arrivare all’improvvisazione pura. Ultimamente suoi “mondi sonori” sono stati ispirati dalla musica di autori apparentemente lontani da queste componenti, ma rivelatisi palpabilmente vicini come Bjork e i Radiohead. Il suo ultimo lavoro, “Bodas de Sangre”, si presenta come una sperimentazione sonora aperta al mondo dell’ elettronica ambientale e della musica contemporanea. Un artista vivo e in continua evoluzione che proporra’ un concerto aperto sul suo mondo sonoro. Da non perdere.

Nel concerto di Sabato 27 giugno si esibirà il duo composto da Carlo Doneddu, chitarrista e cantautore, e Vanessa Bissiri, attrice e cantante, entrambi di origini sassaresi. Il duo gia’ attivo da diversi anni vede unirsi due artisti che hanno avuto traiettorie parallele fra la Sardegna e la Catalugna. Un viaggio tra pezzi originali, omaggi alla tradizione sarda e canzoni che risuonano nella traiettoria dei due artisti, che ci offriranno un repertorio delicato e sensibile. Carlo Doneddu, ex cantante della band dei figli di Iubal è attivo da moltissimi anni come cantautore, interprete e come chitarrista con diversi progetti fra I quali “La buona Novella” , “l’ omaggio a Mercedes Sosa” “Un anno sull’altipiano”, le canzoni dell’estate e il duo di chitarre “gatticattivi”. Ha inoltre composto le colonne sonore dei film del regista sassarese Bonifacio Angius. Vanessa Bissiri, formatasi fra Bologna Roma e Barcellona come attrice e ballerina, dopo aver collaborato in diversi progetti e compagnie teatrali, si trasferisce a Barcelona dove inizia la sua carriera di cantante con la band Dinatatak, ospite in varie occasioni del club Tenco e di altri importanti festival spagnoli e internazionali.

Domenica 28 giugno chiuderanno l’evento Raquel Lúa e Marco Boi. Solo una voce e un contrabbasso, a volte accompagnati da una chitarra o un guitalele, alla ricerca della musica allo stato più puro e senza artificio. Un mix di fado e jazz contemporaneo accompagna i testi della cantautrice catalana. Un duo unico e irripetibile in cui si ritrovano immagini e suggestioni di Sardegna e Catalogna.

S’assòtziu de sos sardos in Catalugna é stato costituito nel 1997 per favorire l’integrazione degli emigrati sardi in Catalogna, promuoverne la vita in comune ed organizzare iniziative al fine di favorire i rapporti tra la Sardegna e la Catalugna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *