CONTINUITA’ AEREA E’PROROGA, NESSUNA INFRAZIONE UE: INCONTRO DEL MINISTRO DE MICHELI CON IL GOVERNATORE DELLA REGIONE SARDEGNA SOLINAS

nella foto Solinas e De Micheli

Via libera alla proroga del Governo per i voli di continuità territoriale tra la Sardegna e la Penisola: l’attuale regime con prezzi agevolati scade il 16 aprile prossimo, la proroga consentirà quindi la ripresa delle prenotazioni, oggi bloccate, in attesa del nuovo bando ma non potrà andare oltre il 31 dicembre 2020. E’ quanto emerge dall’incontro tra la ministra dei Trasporti Paola De Micheli, il governatore Christian Solinas e il presidente del Consiglio regionale Michele Pais. A dispetto delle polemiche di questi giorni tra la Regione e la ministra, l’incontro è stato definito “cordiale” e Solinas, all’uscita dal Mit, è apparso abbastanza soddisfatto.

“La correttezza della procedura intrapresa ha consentito di esprimere una rassicurazione significativa riguardo alla proroga della attuale sistema di collegamenti aerei, a seguito dell’impegno della Regione a concludere la procedura di gara con l’assegnazione entro il 31 dicembre. Riteniamo pertanto che il via libera alla proroga possa arrivare entro pochi giorni”. Così in una dichiarazione congiunta la ministra dei Trasporti Paola De Micheli e il governatore Christian Solinas al termine del vertice a Roma. “Questo – aggiungono – consentirà all’Isola una gestione programmatoria adeguata in vista della imminente stagione estiva”.

Non c’è alcun rischio che l’Europa apra una procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia a causa della proroga al regime attuale di voli agevolati da e per la Sardegna. Lo spiega la Regione Sardegna sottolineando che “il rischio è stato scongiurato nel momento in cui si è concordato un percorso con Bruxelles nelle scorse settimane”. Percorso che porterà alla validazione del piano di continuità aerea, legato strettamente alla concessione della proroga che, scrivono in una nota congiunta il governatore Christian Solinas e la ministra Paola De Micheli, “riteniamo possa arrivare entro pochi giorni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *