SASSARI SBANCA STRASBURGO PER 83-88 E ACCEDE AGLI OTTAVI DI FINALE DELLA CHAMPIONS LEAGUE DI BASKET DA GRANDE PROTAGONISTA

Debutto in maglia Dinamo Banco di Sardegna e in Basketball Champions League per Dwight Coleby, il neo acquisto a disposizione di coach Pozzecco che recupera anche Dwayne Evans pronto ad alzarsi dalla panchina. Inglis e Spissu aprono il match, Sorokas risponde subito presente, il Banco corre e impone il suo ritmo di gioco, Strasburgo non può nulla nei primi minuti e la tripla di Pierre vale il 2-8. Bilan carica Parakhouski di falli, i padroni di casa reagiscono e tornano sul -3 complice un doppio errore biancoverde. Sale l’intensità difensiva, sei punti di fila di Miki Vitali e la bomba di Spissu scrivono il +12 di metà quarto, contro parziale francese, torna sul parquet Dwayne Evans, la Dinamo perde un po’ le fila e alla prima palla persa coach Pozzecco chiama il timeout. Esordio di Coleby e primo punto con la nuova maglia, un brillante Pierre conferma il suo straordinario momento, il finale di primo quarto è tutto sassarese, al 10’ è 13-28.
Vitali dall’arco è una sentenza, aumenta il divario tra le due squadre, il tap-in di Bilan vale il nuovo massimo vantaggio, +16 dopo 14’ (20-36). La Dinamo si culla un po’ troppo, Strasburgo non molla e approfitta subito del rilassamento, funziona la zona francese che stoppa l’attacco del Banco, il parziale subito è di 10-0, timeout di Pozzecco che però non sortisce effetti. Devecchi sul parquet per riequilibrare la difesa, i padroni di casa impattano e si portano a -2, nel momento più difficile la tripla di Spissu chiude il parziale di 14-0 (34-39). Il match cambia volto nei minuti finali della seconda frazione, ancora una volta Vitali con i tiri dall’arco toglie le castagne dal fuoco, coach Collet chiama il minuto, Strasburgo mantiene il contatto e dopo 20’ è 42-46.
Strasburgo trova con York la parità sul 47-47, il Banco soffre ancora la zona, l’inerzia sembra tutta francese, il duo Evans-Pierre torna a fare la differenza, gli uomini di Collet non fanno scappare i giganti, è tutta un’altra partita rispetto ai primi 15 minuti, 55-56 al 25’. Pozzecco scuote i suoi, subito un parziale di 5-0 per la pronta risposta della Dinamo, Pierre ancora una volta è fondamentale: punti, assist, rimbalzi, Stefano Gentile firma il +10, il parziale post timeout è di 3 a 12, al 30’ è 58-68.
Torna Coleby sul parquet nell’ultima frazione, Gentile ha la mano calda in questa fase di gara, Pierre lo imita, è il 17º punto del canadese, sul 62-74 la panchina francese chiama timeout. Jerrells in serata no al tiro (0/7) si dedica agli assist, Strasburgo cala alla distanza, il Banco gioca con un occhio sul cronometro i quattro minuti finali, due triple francesi però riaccendono il match, Poz furioso chiama il minuto per spezzare l’inerzia. I padroni di casa difendono forte e con il solito York tentano il tutto per tutto (79-86), ultimi cento secondi insidiosi, Pierre sbaglia la tripla decisiva, Strasburgo commette fallo per fermare il tempo ma è troppo tardi, Spissu dalla lunetta sigilla, i giganti vincono per 88-83 e conquistano ufficialmente il pass per gli ottavi di finale della competizione. Nuovo obiettivo nei prossimi due game di Basketball Champions League contro Hapoel Holon e Manresa le prime due posizioni del girone che significherebbero fattore campo a favore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *