LA VI EDIZIONE DI ”STORICAMENTE: FESTIVAL DEL ROMANZO STORICO” 11-12-13-19-20 OTTOBRE

L’Associazione Culturale Intercomunale Isperas e le Amministrazioni comunali di Cossoine, Mara, Padria, Pozzomaggiore, Romana, Semestene e Villanova Monteleone, con il patrocinio degli Assessorati alla Pubblica Istruzione e del Turismo della Regione Autonoma della Sardegna, organizzano la sesta edizione di “StoricaMente: Festival del Romanzo Storico” che si svolgerà nell’arco di cinque giornate, 11-12-13-19-20 ottobre, con la presenza di alcuni dei più importanti autori di tale genere letterario.

L’edizione 2019 del Festival, rispetto alla precedente, coinvolge anche il comune di Padria, portando a 7 i territori comunali coinvolti da questa manifestazione, ricadenti nelle regioni storiche del Meilogu e del Villanova.

Altro elemento caratterizzante della manifestazione sarà il rinnovarsi, per il terzo anno consecutivo, della collaborazione con il Liceo Scientifico di Pozzomaggiore che darà luogo a due specifici appuntamenti con i ragazzi del Liceo che nelle mattinate di sabato 12 e 19 ottobre potranno dialogare direttamente presso il loro istituto con autori di assoluto livello come Carlo Lucarelli, Cinzia Leone e Bepi Vigna.

Si entrerà nel vivo della manifestazione venerdì 11 ottobre alle ore 17:30 presso la Chiesa di S.Antonio Abate (Piazza Convento) a Pozzomaggiore con Mauro Pusceddu, che con il suo romanzo “La Paraninfa” ci porta a scoprire gli strani intrecci diplomatici che legano la Sardegna del ‘700 con le corti del centro Europa. Uno dei maestri italiani del romanzo storico Franco Forte che, con il recente “Romolo, il primo re”, ci porterà a scoprire tra mito e leggenda la sfida primordiale fra due gemelli consacrati dagli dei sullo sfondo della fondazione di Roma. Presenta Giuseppina Deligia.

Sabato 12 ottobre alle ore 17:30 presso “Su Palatu ‘e sas Iscolas” a Villanova Monteleone incontro con il giornalista e scrittore Pasquale Chessa che con la sua opera “Il romanzo di Benito. La vera storia dei falsi di Mussolini” ci porta nel lato oscuro tra la storia e il suo racconto tra verità, verosimile e falsità. Un’altra giornalista e scrittrice, Benedetta Tobagi ci accompagnerà, con la sua recente opera “Piazza Fontana. Il processo impossibile.”  nelle cupe atmosfere generate dalle stragi, spesso impunite, che hanno interessato l’Italia sconvolta dal terrorismo degli anni settanta. Presenta Massimo Dadea.

Domenica 13 ottobre doppio appuntamento. Al mattino alle ore 11, nello splendido scenario del Santuario di N.S. di Bonuighinu a Mara ospiteremo uno dei maggiori scrittori italiani Carlo Lucarelli. Nella sua variegata e importante produzione letteraria il noir e il giallo spesso si intrecciano con una bellissima e approfondita ricostruzione storica, come avviene anche nella serie dedicata ad uno dei suoi personaggi più famosi come il Commissario De Luca che, nell’ultimo romanzo pubblicato “Peccato mortale”, è chiamato nel caos dei giorni tra il 25 luglio e l’8 settembre del 1943 ad indagare su un morto senza testa. Presenta Lucia Cossu.

Nel pomeriggio dello stesso giorno ci spostiamo all’interno dell’affascinante ex convento Francescano di Padria in cui alle 17:30 incontreremo Claudia Zedda che ci farà vivere tra mito e magia la Sardegna nuragica declinata al femminile con il suo romanzo “Janasa”. Altra importante ospite della serata sarà la giovane Rita Coruzzi che, insieme al racconto della sua straordinaria esperienza di fede e forza interiore, ci porterà con il suo romanzo “L’eretica di Dio” sulle tracce di una delle eroine della cristianità, Giovanna d’Arco, la pulzella di Orleans. Presenta Bruno Murgia.

Il secondo fine settimana letterario si apre sabato 19 ottobre alle ore 17:30 a Romana presso i locali delle ex scuole medie con la presenza di Bepi Vigna, padre di grandi personaggi del fumetto italiano come Nathan Never, che con il suo romanzo “L’uomo che sognava gli struzzi” ci racconta la strana avventura che inizia nel 1910 che partendo da un piccolo paese della Sardegna porterà a trasformare un allevamento di struzzi in un incredibile “struzzodromo”. Con la grande scrittrice, fumettista e giornalista Cinzia Leone, cambieremo decisamente atmosfere, pur spostandoci temporalmente solo di poco più di un ventennio. Tre vite di donna sono le protagoniste del recente romanzo “Ti rubo la vita”, storie di cambiamenti imposti e del lungo percorso per il riscatto. Presenta Antonello Pellegrino.

Infine domenica 20 ottobre nuovo doppio appuntamento. Al mattino, ore 11:00 presso i giardini del Centro Sociale di Semestene incontro con il giornalista e scrittore Giacomo Mameli, che attraverso i racconti di sette diversi protagonisti ci porta, con il suo ultimo romanzo “La chiave dello zucchero”, a conoscere una moltitudine di altre vite e tragedie rimosse nel corso della seconda guerra mondiale. La scrittrice Valeria Montaldi, una delle principali autrici di romanzo storico a livello nazionale, ci porta in una storia “Il pane del diavolo” che intreccia le vicende di una straordinaria cuoca del 1400 con le indagini ai giorni nostri su un duplice omicidio avvenuto sempre a Fenis. Presenta Giovanni Cocco.

La serata finale si terrà presso la Casa Parrocchiale di Cossoine dove, a partire dalle ore 17:30 ci sarà un doppio appuntamento dedicato alla figura storica di Violante Carroz. Dapprima la scrittrice Rossana Copez, autrice del romanzo “Si chiama Violante” ci racconterà la vita della prima feudataria donna, Violante Carroz, nobildonna catalana sbarcata in Sardegna nel XIV secolo con il difficile compito di il feudo di una parte montuosa della Sardegna. Tratto da questo romanzo verrà portato in scena dalla “Casa di Suoni e Racconti” lo spettacolo di narrazione “Violante”. La voce di Maria Loi e le note della chitarra di Andrea Congia daranno vita al racconto della vita della Marchesa di Quirra.

La manifestazione sarà accompagnata da laboratori e mostre. Tema conduttore di tali attività sarà raccontare la storia attraverso lo strumento del fumetto, grazie al laboratorio fumettistico per ragazzi tenuto da Sandro Dessì e alla mostra “Dimonios. La leggenda della Brigata Sassari” a cura di Bepi Vigna e Gildo Atzori che si terrà a Romana.

Come sua peculiarità il Festival si propone, grazie alle diverse ed interessanti location distribuite nel territorio, di creare un’occasione per far conoscere dei territori, il Meilogu e il Villanova, ricco di siti archeologici e storici meritevoli di un attento turismo culturale, anche grazie alle visite guidate organizzate in occasione del festival

Una risposta a “LA VI EDIZIONE DI ”STORICAMENTE: FESTIVAL DEL ROMANZO STORICO” 11-12-13-19-20 OTTOBRE”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *