LA SFILATA DEI GIOIELLI “PANEORO” DI FRANCESCA BELLU DI LURAS AL TEATRO DI VICOPISANO: L’INIZIATIVA DELL’ASSOCIAZIONE “DELEDDA” DI PISA

Francesca Daga in Eleonora d’Arborea
di ANGELA SABA e GIOVANNI DEIAS

Il 14 sera la sfilata di gioielli PANEORO, indossati su costumi medievali è stata molto apprezzata ed applaudita dal numeroso pubblico presente. L’iniziativa organizzata dall’Associazione Grazia Deledda con il partenariato della Associazione Amici della Certosa di Pisa a Calci, è stata patrocinata dai Comuni di Vicopisano e Calci e sostenuta dalla Regione Autonoma della Sardegna, dalla Regione Toscana e dalla F.A.S.I.. I costumi sono stati forniti dall’Associazione Festa Medievale di Vicopisano e dalla Magistratura di Calci per il Gioco del Ponte di Pisa.

La serata è stata condotta da Angela Saba dell’Associazione Grazia Deledda che in apertura ha motivato l’iniziativa evidenziando la bellezza delle creazioni di Francesca Bellu e lo scopo benefico associato all’evento.

A seguire è intervenuto il Presidente Giovanni  Deias che ha ricostruito il progetto e lo sviluppo dell’iniziativa. “Dopo aver ricevuto ed accolto con entusiasmo la proposta della Signora Francesca Bellu, dice Deias, nel Direttivo abbiamo pensato di finalizzare l’iniziativa alla raccolta fondi per il Monte Pisano che è stato devastato dall’incendio dello scorso anno. La raccolta fondi sarà donata tramite il Comitato Salvaguardia Zona Montana Calci e la Venerabile Confraternita della Misericordia di Vicopisano. Quindi mi sono attivato per cercare il partner ideale ed è per questo che mi sono rivolto alla Presidente degli Amici della Certosa, Fabiola Franchi che tanto aveva fatto e sta facendo per il Monte Pisano. Oggi la Presidente è qui con noi in duplice veste visto  che è stata nominata Assessora al Monte Pisano. Con lei abbiamo sviluppato l’organizzazione della serata e la ringrazio per l’attività che riesce a svolgere a favore del patrimonio culturale e ambientale del territorio”. Quindi ha ringraziato il Sindaco Matteo Ferrucci, il Presidente della Festa Medievale Gianpiero Nesti, entrambi presenti in sala, e gli altri patrocinanti e collaborazioni. Infine, un sentito ringraziamento alle relatrici Prof.sse Garzella e Maccioni,  le modelle,  gli altri volontari e la conduttrice Angela Saba, ha concluso invitando ad intervenire  il Sindaco Ferrucci e l’Assessora Franchi. Il Sindaco Ferrucci ha avuto parole di ringraziamento e riconoscimento per l’Associazione, per quello che realizza sul territorio dove ogni anno si svolge la Festa della Sardegna. Porta turismo e distribuisce solidarietà ed è l’esempio di come si possano ben sviluppare i rapporti tra Istituzioni e Associazionismo quando sono basati sulla reciproca correttezza e voglia di poter fare qualcosa per il bene comune. L’Assessora Franchi ha prima ricordato gli ottimi rapporti che ha avuto con l’Associazione sin da quando ci fu la raccolta firme per il FAI a favore della Certosa; da allora ha trovato nell’Associazione un punto di riferimento certo e sempre disponibile alla collaborazione. Entusiasta dell’iniziativa e del gioiello che ha potuto indossare durante la serata.

La conduttrice Angela Saba ha quindi chiamato l’artista Francesca Bellu sul palco del Teatro Verdi svelando l’arte e la tecnica dei gioielli PANEORO realizzati in pasta di pane e arricchiti di pietre preziose e semi preziose, di nastri di velluto, broccati e merletti, di filigrana, piume e materiali di recupero come i vetri colorati levigati dal mare tutti magicamente assemblati dalle abili mani dell’artista Francesca Bellu. Ogni gioiello è un pezzo unico ed irripetibile, interamente realizzato a mano e frutto di un momento creativo particolare. I gioielli PANEORO non sono in vendita perché appartengono a tutti. L’artista ha voluto ringraziare la città di Pisa che ospita il figlio studente dell’Ateneo dedicando il gioiello indossato dalla conduttrice Angela Saba all’eroina pisana Kinzica de’ Sismondi.

Si è così aperta la sfilata con la rievocazione storica dei regnanti Elena di Gallura e il pisano Lamberto Visconti, per contestualizzare storicamente i personaggi è intervenuta la Prof.ssa Gabriella Garzella dell’Università di Pisa che ha parlato del periodo giudicale in Sardegna e dei rapporti costanti tra Pisa e la Sardegna rafforzati anche dai matrimoni quali quello tra la Giudicessa Elena di Gallura e il pisano Lamberto Visconti. Il periodo Medievale è proseguito sino la sfilata di Eleonora d’Arborea con indosso lo splendido gioiello di Francesca Bellu e in mano una pergamena simboleggiante la Carta de Logu, il corpo di norme rivisitato da Elenora d’Arborea nel corso del suo giudicato e di cui Angela Saba ha dato lettura dell’Art. 21, una norma contente una forma di tutela verso la donna contro forme di violenza maschile. Ed infine, dopo la sfilata di altri splendidi gioielli PANEORO indossati sopra i ricchi abiti medievali in seta e velluto è arrivato il momento di Grazia Deledda con in mano una vecchia edizione di “Canne al vento” e uno splendido monile che ricopriva l’abito simboleggiante il Premio Nobel e i 5 libri più importanti. La figura della scrittrice nuorese, premio Nobel è stata ricordata dalla Prof.ssa Titina Maccioni.

Infine, a chiusura delle sfilate il saluto finale dal palco con tutte e tutti i partecipanti che sono stati salutati calorosamente dal pubblico che dopo ha potuto degustare alcuni prodotti tipici sardi. La serata è stata documentata dalle foto di Diego Sechi e le riprese di Pietro Cuzzola.

2 risposte a “LA SFILATA DEI GIOIELLI “PANEORO” DI FRANCESCA BELLU DI LURAS AL TEATRO DI VICOPISANO: L’INIZIATIVA DELL’ASSOCIAZIONE “DELEDDA” DI PISA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *