CONGEDO SOTTO TONO PER IL CAGLIARI DAL CAMPIONATO, PERDENDO IN SARDEGNA 1-2 DALL’UDINESE. CHIUSURA AL 15° POSTO

Il Cagliari chiude il campionato con una sconfitta contro l’Udinese alla Sardegna Arena. L’Udinese si impone 2-1, capovolgendo nella ripresa il risultato fissato da un gol di Pavoletti nei primi 45’. Meglio i rossoblù nel primo tempo che però nel secondo ha subìto la reazione di una squadra friulana presentatasi determinata e decisa, a dispetto delle assenze. Una volta andato sotto nel punteggio il Cagliari ha reagito prontamente e si è lanciato in avanti, costruendo anche diverse situazioni interessanti per un pareggio che però non è arrivato.

Rispetto alla partita contro il Genoa, Rolando Maran torna al prediletto 4-3-1-2. Castro torna in campo dal 1’, Srna riprende il suo ruolo sulla fascia destra di difesa, in avanti Joao Pedro affianca Pavoletti.

Si gioca a viso aperto, sotto la pioggia. Cragno è subito chiamato in causa da un destro radente di Mandragora, bloccato con sicurezza. Al 15’ punizione da fuori area per il Cagliari, battuta potente di Lykogiannis, Musso vola sulla sua destra per ribattere.

Trascorrono due minuti e il Cagliari passa in vantaggio: l’azione è lunga e caotica, su angolo di Lykogiannis, un colpo di testa di Ionita è ribattuto davanti a Musso, raccoglie fuori area Castro, tocco per Srna che pennella un nuovo traversone in area: Pisacane dalla parte opposta schiaccia di testa verso il centro, dove Pavoletti, sempre di testa, spinge in rete. Gol numero 16 per Pavoloso.

Al 19’ su angolo respinto dalla difesa friulana, Barella cerca la porta da fuori area, mancandolo non di molto.

L’Udinese si fa viva con un colpo di testa di Badu su cross di Hallfredsson, sul fondo. Brivido al 28’: retropassaggio di Joao Pedro da centrocampo che costringe Cragno ad uscire di piede per rinviare, il pallone sbatte addosso a Teodorczyk, salito in pressione, e termina fuori.

Al 29’ Musso deve ancora lanciarsi sulla sua destra per salvare la sua porta da un tiro di prima intenzione di Barella, liberato da un intelligente schema da calcio d’angolo.

Al 32’ nuovo cross di Castro, Ionita colpisce in controtempo, Musso blocca con qualche difficoltà.

Ancora Udinese pericolosa, Cragno para prima su un tiro di Teodorczyk, poi su un tiro cross di D’Alessandro.

Al 43’ cross teso dalla destra di Castro, Joao Pedro in scivolata non ci arriva per un soffio. Si va al riposo senza recupero.

Al 51’ angolo di Lykogiannis, Musso allontana in uscita, tiro al volo di Barella che termina alto.

L’Udinese preme sull’acceleratore alla ricerca del pareggio. Al 53’, su cross di Ter Avest, Pussetto mette dentro, l’arbitro in un primo momento convalida, ma poi richiamato dal VAR decide di annullare. Una decisione giusta: le immagini televisive mostrano il doppio off-side, sia di Pussetto che di Badu, al momento del cross dell’olandese.

Al 57’ Cragno è ancora decisivo, deviando sul palo un forte tiro di Ter Avest.

Il pareggio dell’Udinese però tarda solo di qualche minuto ed arriva nel modo più inaspettatyo: al 59’ Hallfredsson fa partire un cross che diventa un tiro e sorprende Cragno, infilandosi nell’angolo lontano.

Al 67’ il primo cambio di Maran: Birsa al posto di Castro.

Al 69’ l’Udinese passa in vantaggio: punizione dalla sinistra di Pussetto, De Maio indisturbato schiaccia di testa in rete all’altezza dell’area piccola.

Al 72’ su cross di Birsa, buca un difensore, sbilanciando anche Joao Pedro che da due passi manda alto.

Seconda sostituzione operata da Maran al 76’: Padoin al posto di Srna.

All’81’ tiro al volo di Birsa, deviato in qualche modo in angolo da un difensore. Sull’angolo conseguente di Lykogiannis, Musso sbaglia l’uscita, ma Pavoletti, sorpreso, non trova il tempo per battere a rete e la difesa friulana sbroglia. Entra anche Cerri per Bradaric, nell’Udinese Wilmot al posto di Badu, quindi Micin per Mandragora.

Il Cagliari si getta generosamente in avanti a caccia del pareggio, con tutte le sue forze. All’87’ Joao Pedro da fuori area manda di poco sul fondo.

Nei restanti minuti i rossoblù collezionano calci d’angolo, ma non passano: la difesa friulana è attenta, non si fa sorprendere. Al 5’ di recupero la grandissima occasione per il pari capita sul piede di Joao Pedro: Cerri lavora un pallone sulla destra in area, cross basso, arriva il brasiliano che di destro manda fuori. Finisce con la vittoria dell’Udinese, il Cagliari chiude con 41 punti in classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *