VETRINA PROMOZIONALE DELLE BELLEZZE DEL PARCO DI PORTO CONTE E DELL’AEREA DI CAPO CACCIA: IN SVIZZERA GRAZIE ALL’ACCORDO CON LA FEDERAZIONE DEI CIRCOLI SARDI

segnalazione di DOMENICO SCALA

Quale miglior modo per promuovere le bellezze di Alghero ed in modo particolare il suo territorio protetto in Svizzera,  se non attraverso l’aiuto e il contributo attivo di coloro che vivono sul posto e che sono legati affettivamente alla Sardegna perché ci sono nati? Nasce con questo principio  l’accordo d’intesa con la federazione dei circoli Sardi elvetici, sottoscritto nei giorni scorsi a Casa Gioiosa, tra il rappresentante dei circoli sardi  Vito Meloni e il direttore del Parco di Porto Conte e dell’Area Marina protetta di Capo Caccia – Isola Piana Mariano Mariani. Un accordo piuttosto operativo che getta le basi per la costruzione di un rapporto e un confronto immediato che dovrà produrre risultati apprezzabili nel brevissimo termine e già dalla prossima stagione turistica. “L’obbiettivo che vogliamo raggiungere è lo sviluppo verso la Svizzera dell’attività di internazionalizzazione dell’offerta dei servizi del Parco di Porto Conte e dell’Area marina protetta di  Capo Caccia-Isola Piana, sia con metodi tradizionali che attraverso una piattaforma online –spiega il direttore delle aree protette algheresi Mariano Mariani- è allo  studio inoltre la realizzazione di un’area interna al Parco per l’installazione di un  percorso con alta vocazione ambientale e naturalistica da attirare una potenziale clientela internazionale.” Soddisfazione per l’accordo raggiunto da parte del rappresentante della federazione dei circoli sardi in Svizzera Vito Meloni: “Questa nuova collaborazione con le aree protette di Alghero-afferma-si inserisce in maniera coerente in un più ampio progetto approvato dalla Regione Sardegna Assessorato al lavoro in cui i sardi trapianti in Svizzera diventeranno così gli ambasciatori delle bellezze naturali della Riviera del Corallo.  Per fare tutto ciò saranno coinvolti operatori locali e gruppi turistici internazionali svizzeri e/o europei per attirare un turismo di qualità e consapevole dei temi ambientali per la tutela del Parco di Porto Conte e dell’Area Marina Protetta Capo Caccia.” L’accordo potrà assumere sulla base degli obbiettivi raggiunti, una interessante prospettiva a medio termine come ha confermato il consulente in Svizzera  della Federazione dei circoli Sardi Leonardo Canonico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *