AEREI E NAVI, IN AUMENTO I PASSEGGERI DA E PER LA SARDEGNA. QUASI DIECI MILIONI IN OTTO MESI

aeroporto di Cagliari Elmas

I passeggeri in arrivo e in partenza da porti e aeroporti della Sardegna sono in crescita anche nel 2018 e si attestano a 9.830.438. Nel periodo gennaio-agosto di quest’anno negli scali aerei di Cagliari, Olbia e Alghero è stato registrato un incremento complessivo di traffico dei viaggiatori del 4,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Sino ad agosto, nei porti di Olbia, Golfo Aranci, Porto Torres e di Cagliari, si è avuto invece un aumento di passeggeri arrivati e partiti del 2,9% rispetto agli stessi mesi del 2017.

Aeroporti. La crescita riguarda i tre aeroporti principali della Sardegna. Specificamente, ad Alghero il totale del traffico commerciale aumenta dell’1,5% passando da 940.550 passeggeri del periodo gennaio-agosto 2017 a 955.045 dello stesso periodo del 2018. L’incremento più significativo ha interessato il traffico internazionale che nei primi otto mesi del 2018 ha sfiorato le 300mila unità (294.034) contro i 241.753 passeggeri dello stesso periodo del 2017, attestandosi a +21,6%. Sino ad agosto 2018 i passeggeri dell’aeroporto di Cagliari crescono invece del 4% arrivando a 2.952.564 contro i 2.839.269 dello stesso periodo dell’anno precedente. E’ importante rimarcare che lo scalo “Mario Mameli” aveva chiuso anche il 2017 con una crescita record pari al 12,5%, per un totale di 4.152.032 passeggeri. Sempre nei primi otto mesi dell’anno in corso Olbia supera abbondantemente i 2milioni di viaggiatori (2.213.112) contro i 2.059.680 dello stesso periodo del 2017 registrando un incremento del 7,4%. Il “Costa Smeralda” è un aeroporto in crescita costante dal 2013.

Continuità territoriale aerea. In linea con la tendenza alla crescita incrementano anche i passeggeri utenti dei voli in continuità territoriale da e per la Sardegna. Complessivamente, da gennaio ad agosto del 2018, il traffico dei viaggiatori nei tre principali scali sardi sulle rotte per Roma e Milano sottoposte a oneri di servizio aumenta del 2,3%, passando da 1.839.150 dello stesso periodo del 2017 a 1.881.899 del 2018. Il numero record in questo specifico ambito lo registra Olbia con +7,3% e un complessivo di 469.069 passeggeri sui collegamenti per Fiumicino e Malpensa contro i 437.015 di gennaio-agosto dello scorso anno.

Porti. Numeri in crescita anche per il porto di Olbia che nel periodo di riferimento indicato arriva a 2.104.801 passeggeri contro 2.054.634 dello stesso periodo dello scorso anno: l’aumento si attesta così al 2,24%. Golfo Aranci registra un +2,41% con 520.609 viaggiatori su 508.354 di gennaio-agosto 2017. L’incremento più importante si rileva a Porto Torres che chiude i primi otto mesi del 2018 con un +5,10% e 799.424 passeggeri contro i 760.620 del 2017. Il dato aggiornato al 2 ottobre riporta infine per il porto di Cagliari un totale di 284.883 passeggeri a fronte dei 294.584 registrati però nel corso di tutto il 2017.

Verso 13 milioni di passeggeri. “I dati obiettivi rappresentano un risultato lusinghiero e dimostrano come il complesso sistema dei trasporti da e per la Sardegna, benché ancora oggi imperfetto e dunque da migliorare, non solo fronteggi una notevole mole di traffico ma sia in grado di garantire una crescita costante, a volte anche con percentuali a doppia cifra proprie delle annualità precedenti alla crisi”, dice l’assessore dei Trasporti, Carlo Careddu. “Ci stiamo avviando verso un altro anno record che probabilmente consentirà di superare l’importante cifra di 13 milioni di passeggeri relativamente al traffico commerciale nei principali porti e aeroporti dell’isola, a fronte di un trend in aumento che dal 2013 ha riguardato solo il trasporto aereo”.
Più posti e qualità. “Sono consapevole quindi – continua Careddu – che occorra perfezionare e adeguare l’offerta a una domanda crescente e sempre più esigente e per questo abbiamo pensato una nuova continuità territoriale aerea con più posti e più qualità, oggi in fase di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Commissione Europea. I numeri in aumento, però, non devono ingenerare soddisfazione e lassismo: lavorerò con il massimo impegno anche in questi ultimi mesi di legislatura per migliorare e lasciare ai sardi un sistema di trasporti più efficiente di quello che ho trovato, forte del mandato che anche il Consiglio regionale all’unanimità mi ha conferito nel corso dell’ultima seduta Statutaria. Ovviamente, per il buon esito di questa azione politica, sarà fondamentale e determinante l’impegno del Governo centrale a favore della Sardegna e dei sardi”.

I dati pubblicati sono stati elaborati dall’assessorato regionale dei Trasporti su fonte Assaeroporti/Giornali di scalo, Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna, Assoporti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *