QUARTA TAPPA A ORISTANO DEL PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE (FOR)MAGGIO 2018

di ROSI MASSA

Quarta tappa del programma di educazione alimentare FORMaggio 2018, nella Scuola Primaria di via Amsicora ad Oristano, con la collaborazione della Coldiretti e di Campagna Amica.

Il programma di educazione alimentare, “ FORMaggio 2018 “, inserito nel calendario dei lavori del Distretto provinciale di educazione alimentare e alla salute, di recente costituzione,  il  28 maggio, ha avuto luogo nella Scuola Primaria di via Amsicora ad Oristano.

L’ iniziativa ha avuto luogo a partire dalle ore 10.00, con la partecipazione di una quarantina di ragazzi delle classi terza e quarta, guidati dalle loro docenti e dalla referente, Maria Giovanna Fiori, che hanno dimostrato un grande interesse per le varie fasi di lavorazione, da parte del  presidente di Agri mercato Campagna Amica Oristano, Emanuele Dedoni, titolare del mini caseificio Dedoni formaggi, che nel corso del laboratorio, ha fatto vedere come il latte, con vari processi di lavorazione, si può trasformare in formaggio e in ricotta.

Per Serafino Mura, direttore di Campagna amica, che ha coordinato tutti gli eventi di “ FORMaggio 2018 “, si è trattato di un evento che ha permesso hai ragazzi di prendere contatto con una realtà molto importante per la nostra Isola, in quanto la produzione di formaggi fortemente identitari, con delle peculiarità produttive uniche non riproducibili altrove, per via del latte prodotto dal bestiame in relazione al territorio e al pascolo e poi alla tecnica di lavorazione e conservazione, alla stagionatura e alla storicità produttiva, devono essere adeguatamente conosciuti e valorizzati.

Per il giornalista e gastronomo, Gian Piero Pinna, che ha spiegato le qualità organolettica dei formaggi sardi e di quello dato in degustazione ai ragazzi, quelli sardi, sono formaggi che caratterizzano fortemente il nostro territorio, in quanto sono fortemente legati a antiche tecniche di lavorazione, con sapori e sentori sconosciuti alla massa della maggior parte dei consumatori, specie per i più giovani.

Da questo punto di vista, la Sardegna rappresenta una delle zone di produzione più importanti, per le qualità organolettiche dei formaggi e bene ha fatto la Coldiretti Oristano, a organizzare una serie di eventi tesi all’educazione alimentare e alla riscoperta dei sapori antichi e nuovi, organizzando anche nelle scuole dei laboratori, per favorire la promozione del consumo e della cultura del formaggio che è un elemento primario nell’alimentazione umana di tutti i tempi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *