A SASSARI IL 13 APRILE PROIEZIONE DELL’ETNO-DOCU-CORTOMETRAGGIO SARDO “OLTRE L’APORìA” E INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA “A FORAS”

di GIOVANNI SALIS

Venerdì 13 aprile, a partire dalle ore 19:00, al Centro Giovani, in Piazza S. Caterina a Sassari, verrrà proiettato “Oltre l’aporìa”, l’etno-docu-cortometraggio sardo – premiato recentemente al “Sandalia Sustainability Film Festival” di Abbasantarealizzato dalla filmmaker ogliastrina Cladinè Curreli, prodotto all’interno del collettivo Ubrec (mastering: Roberto Cois, presa diretta: Sebastian Faa, musiche: Francesco Medda “Arrogalla”), un esperimento audiovisivo di autorappresentazione dal basso, che ci porta gli sguardi, i sorrisi e le voci di 13 persone – in ordine di apparizione: Valentina, Giulia Zambaldo, Luna, Annette Orunesu Chessa, Sebastian Faa, Sergio Garau (con l’interpretazione della sua poesia “Quirra), Angelo Murgia, Cesare Contu, Giovanni Salis (attivista Emergency e delegato alla Cultura del Comune di Ploaghe), Veronica Comida, Paola Francione, Cicco, Viola Rodolfo Ciucciomei – intervistate in presa diretta durante la manifestazione contro le servitù militari a Quirra organizzata dall’assemblea “A foras” il 28 aprile scorso in occasione de Sa die de sa Sardigna.

Il progetto – realizzato con il supporto e la partecipazione del Kos (Kumone Otzastra Sarrabus), dell’assemblea A Foras, delle Menadi, del Gruppo Emergency Sassari e del Poetry Slam Sardegna e disponibile in Creative Commons by-nc-nd 2.0 – è nato per portare una testimonianza di un lato poco mostrato delle manifestazioni di protesta. Il lato profondamente umano, sentimentale, affettivo delle persone che partecipano, e che investono una parte del loro tempo e della loro energia per affrontare il problema del militarismo e delle servitù militari mettendo il proprio animo e corpo in gioco nella lotta. Nella speranza che sempre più persone prendano parte con la propria personalità all’attivismo e all’artivismo.

Durante la serata sarà inaugurata la mostra: “Costruiamo insieme l’immaginario di A Foras”, che raccoglie tutti i contributi giunti per la creazione dell’immaginario collettivo del movimento contro l’occupazione militare della Sardegna. Saranno esposti i contributi di: Agnai, Alessandro Sarigu, Bakis Murgia, Dentoni, Dr Fonk Francesco Lodovoci, Giovanni Pastorello, Graziano Pinna Larentu, Lorenzo Massa, Luigi Fraddi, Matteo Orani, Michele Marroccu, Paolo Carta, Pillanz, Salvatore Palita, Tony Demuro.

L’evento sarà anche l’occasione di presentare le prossime attività di A Foras, assemblea sarda contro l’occupazione militare nata nel 2016 a Bauladu, composta da comitati, collettivi, associazioni, realtà politiche e individui che lottano per il blocco delle esercitazioni, la completa dismissione dei poligoni sardi, il risarcimento delle popolazioni da parte di chi ha inquinato e la bonifica dei territori compromessi.

 

“L’aporia è una strada bloccata, è un problema senza soluzioni. Malattie inevitabili, territori imbonificabili, limiti invalicabili: o no? Un corto sperimentale che ci porta tra gli sguardi e le voci di alcuni manifestanti, per portarci oltre: oltre i problemi irrisolvibili, oltre le aporie”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *