UN NAPOLI STRARIPANTE CANCELLA LE APPARISCENTI VELLEITA’ DEL CAGLIARI: E’ 0-5!ORA PER I ROSSOBLU DIVENTA COMPLICATO

Il Cagliari non riesce nell’impresa di fermare il Napoli leader del campionato. Gli ospiti ottengono la decima vittoria consecutiva, un record straordinario in Serie A, che permette ai partenopei di allungare il passo nei confronti della Juventus, fermata ieri dalla neve. Il punteggio finale, 5-0, penalizza un po’ troppo la squadra rossoblù che ha comunque affrontato con coraggio un avversario formidabile, in grande condizione atletica. Per i primi venticinque minuti, quando il Cagliari ha retto i ritmi alti, la partita è stata in equilibrio, con i rossoblù anche pericolosi dalla parte di Reina. Una volta sbloccato il risultato, il Napoli ha tenuto strette in mano le redini della gara e non le ha più lasciate, mostrando il solito calcio di ottima fattura.

Diego Lopez sceglie di inserire Han dal 1’, al fianco di Pavoletti. Joao Pedro si sistema a centrocampo, Romagna compone il terzetto dei difensori con Ceppitelli e Castan. La partenza dei rossoblù è frizzante e autoritaria; il Napoli non sta a guardare, è una bella partita. Al 4’ cross di Insigne che pesca Callejon dalla parte opposta, tiro al volo che termina sul fondo. La risposta del Cagliari è affidata a Pavoletti che brucia Albiol su cross di Faragò, il tocco però è troppo debole, para Reina. Al quarto d’ora grande occasione per Mertens, il belga si ritrova il pallone sul piede da ottima posizione dopo una mischia su calcio d’angolo, ma disturbato da Lykogiannis conclude fuori. Molto vivace Han, il cui movimento dà fastidio ai difensori partenopei. Su cross del coreano, Pavoletti devia di testa, ancora centrale, nessun problema per il portiere. Poi le parti si invertono: lancio in verticale di Pavoletti per Han, leggermente lungo, Reina lo anticipa.

Il Napoli colpisce al primo vero errore del Cagliari: Allan riconquista palla e fila sulla destra, palla dietro per Callejon che di destro batte Cragno con un preciso fendente. Il raddoppio al 42’: azione tambureggiante del Napoli che mette sotto pressione la difesa rossoblù. Su cross di Hysaj, Mertens in anticipo tocca e batte Cragno proteso in uscita. Due sbavature e due gol, Napoli spietato.

Il secondo tempo vede il Napoli controllare la partita contro un Cagliari che risente della stanchezza. Lykogiannis chiama Reina alla parata su una punizione calciata da fuori area, leggermente spostato sulla destra. Vanno in gol Hamsik con un sinistro sotto l’incrocio, Insigne su rigore concesso per fallo di mano di Castan e infine Mario Rui, trasformando in modo preciso un calcio di punizione. I cambi nel Cagliari: Ionita, Cossu e Deiola per Padoin, Han e Barella. Sarri richiama Mertens, Hysaj e Jorginho inserendo Zielinski, Maggio e Diawara.

Una risposta a “UN NAPOLI STRARIPANTE CANCELLA LE APPARISCENTI VELLEITA’ DEL CAGLIARI: E’ 0-5!ORA PER I ROSSOBLU DIVENTA COMPLICATO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *