EMIGRO A LONDRA: QUI VIVIAMO IN UN PAESE DI RACCOMANDATI. LA LETTERA APERTA DI SILVIA CONTENA DI USSANA ALLA SUA FAMIGLIA

nella foto, l'autrice del testo

di Silvia Contena

Eccomi qui. Bagaglio in spalla, tanti sogni, tante speranze per un futuro migliore. Non potevo non spendere qualche parola in questo giorno così pieno di speranze e aspettative ma anche così terribilmente difficile e sofferto. Non è, e non è stato sicuramente facile, lasciare tutto il mio cuore a casa. Perché fisicamente non sarò più con voi, non potrò essere presente ai compleanni, all’ultimo dell’anno, non potrò giocare e baciare più i miei cani, non potrò esserci a Natale, non potrò più accompagnare mia nonna a fare la spesa, non ci saranno più le confidenze di fronte al caminetto, non ci saranno piú le risate complici, non ci sarà più la mano tesa della famiglia a risollevarmi. Tante cose semplici, ma non sono forse queste le più importanti?

Non è un addio sia chiaro, ma un arrivederci. È triste quando una ragazza debba per forza andare via dal proprio paese per sperare in un futuro migliore, per cercare di crescere professionalmente e trovare la propria strada, allontanarsi dalle persone che ama per cercare di costruirsi una vita degna di essere vissuta. Scappare da una situazione che non posso controllare, scappare per cercare di stare meglio ed essere serena. Perché ho sempre saputo cosa volesse dire sopravvivere e non vivere veramente. Viviamo in un paese di porte chiuse, dove non ci sono margini di miglioramento a livello professionale, viviamo in un paese di raccomandati, dove chi ha le conoscenze giuste va avanti e chi non le ha ahimè rimarrà indietro, viviamo in un paese dove il diploma conta piú della voglia di fare, viviamo in un paese dove se hai le possibilità economiche riesci a raggiungere i tuoi obbiettivi mentre chi è povero morirà povero. Infine volevo ringraziare tutte le persone che in qualche modo hanno fatto parte della mia vita in maniera negativa, a tutte quelle porte chiuse in faccia che mi hanno rafforzato, a tutte le persone che non hanno creduto in me, a tutte le persone che mi hanno preso il cuore e accartocciato come se fosse di carta senza pensarci due volte, non chiedevo di essere ferita ma amata, a tutte le parole dette per ferire, a tutte le bugie, a tutte le delusioni, a tutte le promesse non mantenute.

Vi dico grazie perché è anche per queste motivazioni, è anche grazie a voi che ho trovato la forza e il coraggio di andare e ricominciare da capo. Potrà capitare mille volte nella vita di cadere ma non ci sarà mai una volta che non mi rialzerò più forte e bella di prima. Veniamo a voi, la mia famiglia, tutta la mia vita, il mio cuore e il mio orgoglio. Il mio tutto. Non ho avuto tanti momenti belli, spensierati o sereni nella mia vita ma sappiate che tutti questi momenti mi sono stati regalati e donati da voi. Alle mie stelle più belle che mi hanno accompagnato in questi anni, che ho visto crescere piano piano e diventare ragazze meravigliosamente belle, intelligenti, corrette e buone d’animo. Non perdete mai queste virtù che sono le più importanti e che al giorno d’oggi sembrano svanire, a tutte quelle confidenze, a tutte le risate, a tutti i pianti passati di fronte a “c’è posta per te”, a tutte le ore passate a supportarci come vere amiche, cugine e sorelle…perché noi siamo tutto questo.

Alle mie meravigliose zie nonché seconde mamme, grazie per avermi sempre appoggiata, supportata, per avermi dato sempre consigli preziosi e aiutato a prendere le decisioni più giuste, per avermi sempre teso le vostre mani per aiutarmi a risollevarmi nei momenti più difficili, non so come avrei fatto senza di voi, grazie per essere le sorelle, le zie, le amiche più belle del mondo.

Voglio soffermarmi un po’ di più su di te, Barbara che sei così meravigliosamente bella che neanche te ne rendi conto, a te che hai un cuore così nobile, puro e grande. A te che dai sempre senza chiedere nulla in cambio, a te che sei il mio esempio più bello da seguire, a te che mi hai amato incondizionatamente e immensamente come una figlia da quando sono nata, a te che ci sei sempre stata, a te che mi hai sempre capita senza neanche parlare, a te che hai una dolcezza infinita, a te che sei così forte ma anche così terribilmente fragile, a te che sei una mamma meravigliosa, un’amica stupenda, una zia impeccabile e una diddina straordinaria, a te che sei così coraggiosa, a te che sei lo specchio dove tornerò e dove mi riconoscerò, a te ai tuoi insegnamenti e ai tuoi consigli, a te che hai sempre creduto in me anche quando io non riuscivo mai a farlo. Non smetterò mai di ringraziarti per tutto questo amore e spero che nonostante il mio carattere chiuso ti sia potuto arrivare tutto il mio, tutto il mio amore che provo per te. So che per te è stato terribilmente difficile lasciarmi andare, ti svelo un segreto; lo è anche per me e se ci fosse stato altro modo, se avessi avuto un’altra soluzione migliore di questa non ti avrei mai lasciato perché il mio cuore è con te.

Ai miei zii nonché secondi padri, e ai loro consigli, abbracci o carezze che non pensavo potessero fare così bene e potessero farmi sentire così al sicuro, alle risate che mi hanno strappato anche nei momenti più difficili.
Ai miei cugini nonché fratelli, a te Antonio, piccola peste, fai da bravo, cerca di impegnarti in tutto quello che fai e vivi la spensieratezza dei tuoi anni, che sono senz’altro i migliori.

A te Francesco che sei stato sempre come un grande fratello maggiore, il mio fratellone. Non si può neanche descrivere quanto io ti ami, sempre presente, gentile, disponibile e con un animo d’oro, troppo buono e a volte ingenuo, ricorda che non tutti sono come te, leali, buoni e rispettosi…quindi non dare la tua preziosa fiducia a chi non la merita e ricorda che è sempre la famiglia quella che non ti tradirà mai, quella dove rifugiarti e che ti starà accanto, ti meriti tanto anche se noi due non siamo mai stati tanto fortunati… ma spero che la vita ti restituisca tutto il bene che hai fatto, tutto l’amore che hai donato, tutto l’aiuto che hai dato e tutto il successo che meriti.

E al mio altro cugino barbuto preferito, Nicola spero di non ritrovarti al mio rientro come gandalf del Signore degli anelli con quella barba, ti auguro tanta serenità nella vita e nel lavoro. So che fai tanto il duro ma alla fine, sotto sotto si vede tutto il tuo mondo.

Ai miei cugini acquisiti, sappiate che non potevo desiderare persone migliori di voi a fianco a mio cugino e a mia cugina…dolci, disponibili, presenti, con un cuore enorme.

Alla mia nonna, la persona piú dolce e buona che io conosca, l’amore più grande della mia vita, mi mancherai come l’aria che respiro, il mio pilastro, la mia ancora di salvezza, sii forte come sei sempre stata e non ti preoccupare, io starò bene, ti porterei con me se potessi lo sai bene ma tu cerca di stare bene e di riguardarti perché tornerò senz’altro da te. Non potrei vivere senza di te e anche se non te l’ho mai detto perché aimè il mio carattere chiuso e sensibile molte volte mi frega, questa volta scrivo, che forse è la cosa che mi riesce meglio…ti amo così tanto per essermi sempre stata accanto in ogni momento, in ogni situazione. Mi mancherà uscire con te, fare la spesa, fare i dolci, prendere il sole in giardino, strapparti un sorriso quando stai poco bene, consolarti quando sei giù di morale, dormire con te, parlare come solo noi sappiamo fare. Insomma nonna mi mancherà tutto immensamente e a volte da mancarmi anche il respiro.
Vi prometto che sarà come se non me ne fossi mai andata, e spero un giorno di poter ripagare tutti i sacrifici che avete fatto per me, sarò con voi ogni giorno e voi sarete sempre con me…nei racconti delle mie giornate e dai vostri, farete parte dei miei giorni felici e io spero dei vostri, e sicuramente farete parte dei miei giorni grigi come anche io dei vostri, faró parte degli avvenimenti importanti anche se distanti, ci faremo le risate di sempre e se capita piangeremo quando la mancanza sarà troppo forte e non riusciremo più a nasconderla.
Il mio futuro lo vedo e lo vedrò sempre accanto a voi e spero che in futuro sia così.

Infine un grazie ai miei bambini, i miei cani che mi hanno dato solo amore senza mai chiedere nulla in cambio, e che ho ripagato ogni giorno da quando sono con me, a tutti quei momeni grigi che loro hanno capito, a tutti i giorni e le volte che mi hanno guardata con amore, lealtà e fiducia… perché a volte è vero che i valori dei cani non li ritroviamo nelle persone.

C’è una cosa che la distanza non può cancellare ed è l’amore che io provo per tutti voi, quello non svanisce e non si affievolisce. Finché c’è quello nessuno può separarci, né la distanza né tanto meno il tempo.
Vi amo tantissimo!

Con tanto amore la vostra bambina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *