LA PRIMA IN PANCHINA PER DIEGO LOPEZ NON DA LA SCOSSA GIUSTA AL CAGLIARI: SCONFITTI DALLA LAZIO ORA I ROSSOBLU “VEDONO” IL BARATRO

ph: Diego Lopez

di Laura Puddu

Il Cagliari perde 3 a 0 all’Olimpico contro la Lazio. Immobile sblocca su rigore al 6° e poi raddoppia al 41°, al 48° segna Bastos. Annullato un gol di Farias al 20°.

Quinta sconfitta consecutiva e prima per il neo allenatore Lopez che per contrastare una Lazio arcigna e in salute decide di cambiare modulo e alcuni giocatori rispetto al suo predecessore. Nei minuti iniziali un Cagliari aggressivo e votato al pressing ma al 6° minuto é già in svantaggio. Il primo tempo, abbastanza noioso, non decolla e si accende per pochi giri d’orologio quando Farias sigla la rete che viene annullata per fuorigioco. La Lazio non preme, fa girare la palla ma non trova molti spazi. I ritmi sono blandi, per il Cagliari buona volontà e qualche lampo da cui nascono azioni pericolose dettate dall’estro del singolo più che dal gioco, ancora latitante. Il raddoppio biancoceleste sul finire della frazione sembra spegnere le velleità rossoblù di recuperare e vengono del tutto a mancare con il terzo gol dei padroni di casa in apertura di una ripresa che scivola senza particolari emozioni ed è chiaramente condizionata dal triplo vantaggio laziale. Da rivedere Crosta, per lui prestazione non positiva, insicuro e fuori tempo nelle uscite. Sicuramente molto emozionato e condizionato dall’errore in occasione del rigore.

Fondamentale il prossimo turno per il Cagliari, mercoledì alle 20:45 alla Sardegna Arena contro il Benevento ancora a 0 punti. Un incontro che dirà molto di questa squadra e che darà indicazioni sul lavoro del nuovo mister. Un solo risultato è d’obbligo: vincere.

La cronaca: Lopez cambia modulo e giocatori scegliendo il 3-4-1-2 con Crosta tra i pali, Romagna, Andreolli e Pisacane in difesa, Dessena, Ionita, Barella e Padoin a metà campo, Joao Pedro dietro Sau e Farias. Centrocampo più folto e difesa a tre rispetto alla squadra di Rastelli, fuori Cigarini e Pavoletti, Crosta in porta a causa degli infortuni di Cragno e Rafael. 3-5-2 per Inzaghi con Immobile e Luis Alberto in attacco.

– al 1° traversone dalla destra di Marusic che taglia l’area rossoblù, colpo di testa di Luis Alberto e palla di pochissimo sopra la traversa. Al 6° lancio in area per Immobile che è solo e viene falciato da Crosta fuori tempo ed è rigore. Dal dischetto lo stesso Immobile non sbaglia. Al 20° Ionita calcia dalla trequarti, rimpallo che favorisce Farias bravo a spedire in rete con un rasoterra ma l’arbitro prima convalida poi annulla per fuorigioco con l’aiuto del VAR. Al 36° Luis Alberto batte un calcio d’angolo, Immobile a colpo sicuro a un metro dalla porta ma Padoin in scivolata riesce a mandare in corner. Al 41° il raddoppio della Lazio ancora con l’attaccante di Torre Annunziata bravo in area piccola ad anticipare l’avversario sul primo palo e spedire in porta trasformando la bella sponda di Marusic. Al 46° punizione dalla trequarti battuta a giro sul primo palo da Joao Pedro che si spegne sul fondo. Al 48° punizione per la Lazio a cercare Bastos che aggancia in area spedendo in rete. Al 57° Murgia per Leiva e Pavoletti per Sau, al 67° il tiro dalla distanza di Farias colpisce la traversa, Pavoletti ribadisce in gol ma il giocatore era in fuorigioco. Fuori Padoin per Miangue, all’86° Strakosha nega la rete a Faragò con una gran parata.

SERIE A – 9° TURNO: Classifica: 16° CAGLIARI, 6 punti (stessi punti della terz’ultima che retrocederà in serie B)

SERIE C – 10° TURNO: OLBIA – Cuneo 4-1; Carrarese – ARZACHENA 2-1. Classifica: OLBIA 20 punti (3°), ARZACHENA 13 punti (9° +6 punti sulle squadre che retrocederanno in serie D)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *