FIRENZE RICORDA GIUSEPPE DESSI’ A QUARANT’ANNI DALLA MORTE: L’EVENTO ORGANIZZATO DALL’A.C.S.I.T. E’ PER IL 26 OTTOBRE


di Elio Turis

Giuseppe Dessì (Villacidro (CA) 1909 – Roma 1977) è considerato, a pieno titolo, uno dei massimi intellettuali italiani del ‘900. La sua attività ha spaziato dalla letteratura al Teatro, dal Cinema al giornalismo.

Per ricordarne la figura e l’opera, nell’ambito delle manifestazioni per il quarantennale della sua morte, l’ACSIT (Associazione Culturale Sardi in Toscana) e la Fondazione Dessì, in collaborazione con l’Università degli studi di Firenze, hanno organizzato una serata dedicata a Giuseppe Dessì.

Giovedì 26 ottobre, infatti, presso il Cinema La Compagnia a Firenze, ci sarà una serata che vedrà la partecipazione di Paolo Lusci, Presidente della Fondazione Dessí, di Anna Dolfi, Docente di Letteratura italiana moderna e contemporanea dell’Università di Firenze, nonché Coordinatrice del “GRD”, gruppo dei ricercatori Dessì, Nicola Turi, Francesca Nencioni e altri componenti del GRD.

Una testimonianza di Francesco Dessí, figlio dello scrittore, introdurrà la figura del padre.

Durante la serata saranno proiettati anche alcuni brevi documentari realizzati da Dessi o riguardanti la sua opera.

L’iniziativa su Dessì rientra tra le attività culturali promosse dall’ACSIT per consolidare  il forte legame esistente tra Firenze e la comunità dei sardi che hanno scelto questa città per viverci. E la scelta di ricordare Giuseppe Dessì non è casuale visto che lo scrittore ha sempre avuto forti legami con Firenze, già da quando, negli anni ’30, frequentava l’Università di Pisa.

Oggi a Firenze l’opera di Dessì ha solide basi a disposizione per gli studiosi: il carteggio e l’archivio, conservati presso il Gabinetto Viesseux, sono fonte continua per nuove ricerche e pubblicazioni.

Gli studi su Dessì, portati avanti dalla Prof.ssa Anna Dolfi, sono sfociati in numerose pubblicazioni, curate dalla Firenze University Press, che continuano a mantenere viva l’attenzione su questo “figlio di Sardegna”: un personaggio di primo piano per quanto attiene la cultura italiana nel mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *