A PAVIA, PRESSO IL CIRCOLO “LOGUDORO”, GRANDE FESTA E RICONOSCIMENTI A FILIPPO SOGGIU CHE HA COMPIUTO 90 ANNI


di Paolo Pulina

Pavia, 30 settembre 2017. Gesuino Piga, presidente del “Logudoro”, a nome di tutti i soci, ha consegnato al festeggiato una targa con questo testo: «A FILIPPO SOGGIU, promotore e a lungo primo Presidente del Circolo culturale sardo “Logudoro” di Pavia, del quale ha, fra l’altro, incoraggiato l’esemplare attività culturale;  Presidente emerito della F.A.S.I. (Federazione delle Associazioni Sarde in Italia), che ha guidato con capacità e sagacia per nove anni contribuendo  alla affermazione del mondo dell’emigrazione organizzata; propugnatore tenace e energico del diritto del popolo sardo al riconoscimento della contiguità con l’isola madre, per consentire a questa il superamento dello svantaggio dell’insularità, e favorirne lo sviluppo sociale ed economico nel rispetto e nella salvaguardia della propria unicità morale e culturale». Il cav. Michele Salvemini, presidente dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato-Sezione di Pavia, ha consegnato al festeggiato una targa con questo testo: «A nome di tutta l’Associazione di Polizia, ringrazio FILIPPO SOGGIU, Presidente onorario del Circolo “Logudoro” e Presidente emerito della F.A.S.I., per l’impegno profuso nell’organizzazione e nel sostegno dei Suoi compiti istituzionali, nonché per l’onore che ha sempre assicurato agli appartenenti alla Polizia di Stato di far parte del Suo Sodalizio». 

3 risposte a “A PAVIA, PRESSO IL CIRCOLO “LOGUDORO”, GRANDE FESTA E RICONOSCIMENTI A FILIPPO SOGGIU CHE HA COMPIUTO 90 ANNI”

  1. Caro Filippo,
    la tua veneranda età ricca di interessi, che sfiora un secolo, mi fa pensare che il tempo,luingo o breve,lo si vive in modi diversi,ma a noi non è dato conoscerne le misteriose ragioni. Infatti il mistero del tempo è impercrutabile proprio perchè è un mistero. Qualcuno ha detto che il "Tempo" è tutto ed è infinito. Da qui nasce l’idea che forse il Tempo sia Dio,o perlomeno così piace pensare a chi è tormentato dal dubbio. Certo è che per l’uomo il tempo si misura dalle proprie azioni,definendo la qualità del vivere,che spesso non è ricca di belli aggettivi. Ma quando si accende una illuminata scintilla di temporalità,nella vita di un uomo si segna un tratto della sua storia,che la rende diversa dalle tante vite senza storia. Tale privilegio è riservato a te,che in una intensa vita di 90 anni ha saputo inseguire schegge di interesse culturale,vocazione politica e appassionato impegno sociale. E’ così che la bellezza del pensiero e la generosità dell’impegno infrangono le misteriose regole del tempo.
    Un caro abbraccio.
    Emilio Cocco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *