DAL 28 SETTEMBRE AL 1° OTTOBRE A NEONELI (OR), L’VIII EDIZIONE DEL FESTIVAL CULTURALE ED ENOGASTRONOMICO “LICANIAS”


di Riccardo Sgualdini

Incontri letterari e di approfondimento, musica, arte e cucina nel cuore della Sardegna, tra le colline del Barigadu. A Neoneli (OR), dal 28 settembre al primo ottobre, ritorna Licanìas, il festival culturale ed enogastronomico, quest’anno alla sua ottava edizione, promosso dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l’agenzia Altrove

Tanti gli ospiti – scrittori, musicisti, chef, studiosi e critici del cibo e del vino – in arrivo nel piccolo paese in provincia di Oristano, Borgo Autentico d’Italia e Città del Vino, caratterizzato dalle sue tipiche case in trachite: tra i nomi di spicco, il poeta e performer Guido Catalano, la cantante Ginevra Di Marco, Nada, la demografa Giulia Rivellini, il giornalista enogastronomico Daniele Cernilli, lo scrittore Giuseppe Culicchia. E tanti gli appuntamenti in programma, compresa l’immancabile gara di cucina con la presenza di otto chef, impegnati nella preparazione di ricette originali a base di fregula, la caratteristica pasta sarda di semola di grano duro.
“Neoneli, come tanti altri paesi della Sardegna, vive il problema dello spopolamento. Ma non è soltanto per contrastare questo fenomeno che portiamo avanti Licanìas”, spiega il sindaco Salvatore Cau. “In una comunità la cultura serve a prescindere, e un’iniziativa come questa si fa perché è importante per la crescita della collettività”.
Festival inclusivo, Licanìas mira a radicarsi nel territorio: rientra in questa prospettiva una serie di laboratori didattici e altri momenti dedicati ai bambini e agli adolescenti delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di Neoneli ma anche dei vicini centri di Ula Tirso, Nughedu Santa Vittoria e Ardauli. E si punta anche ad attrarre pubblico e spettatori dal resto della Sardegna e altrove. Un obiettivo evocato dall’illustrazione che campeggia sulle locandine di questa edizione: il disegno ritrae infatti una ragazza in arrivo da lontano, bicicletta, zaino in spalla e un libro in mano, che si affaccia su uno scorcio di colline verdi sotto la scritta “Neoneli. Culture e sapori dei paesaggi rurali”. Un’apertura verso l’esterno già provata anche attraverso le anteprime dei mesi scorsi che hanno proposto una serie di incontri culturali con ospiti e temi differenti in vari centri dell’isola (Mamoiada, Fordongianus, Cagliari, Arzachena, Tramatza) e il recente “gemellaggio” artistico con il borgo toscano di San Casciano Val di Pesa all’insegna delle tradizioni, dell’artigianato e dell’identità locale.

  • Al via giovedì 28 settembre

Emblematica l’apertura della prima giornata, giovedì 28 settembre: alle 17, in Casa Cherchi, si parla infatti di Mario Soldati tra letteratura e vino, in un omaggio allo scrittore e regista piemontese, pioniere del reportage enogastronomico, in compagnia di Daniele Cernilli (ideatore e direttore responsabile della rivista online Doctor Wine), Dario Cappelloni (ha lavorato per quindici anni al Gambero Rosso Spa) e Gianmatteo Baldi (general manager dell’azienda vinicola Sella&Mosca). Cernilli e Cappelloni sono rispettivamente curatore e vicecuratore della Guida Essenziale ai Vini d’Italia 2018 di Doctor Wine, che verrà presentata in anteprima nel successivo appuntamento, in programma alle 19 sempre in Casa Cherchi.
Alle 21.30 riflettori puntati in piazza Italia sullo scrittore Giuseppe Culicchia in un reading all’insegna del suo ultimo romanzo, “Essere Nanni Moretti”: una satira sui vizi e delle contraddizioni dell’industria culturale nostrana firmata da una delle voci più autentiche della narrativa italiana degli ultimi anni.
La seconda giornata di Licanìas, venerdì 29, prende il via la mattina alle 8.30 con un evento consueto, “S’innenna a s’antiga”, che rinnova il rito antico della vendemmia coinvolgendo i bambini della scuola nel raccolto dell’uva in Località “Marchedda”, poi nel carico e nel trasporto col carro a buoi e infine nella pigiatura in programma alle 11 in piazza Barigadu. L’iniziativa a cura della cooperativa La Lettura si conclude con una colazione a base di prodotti del territorio.
Carne trita è il primo romanzo di Leonardo Lucarelli, ospite della conversazione con il giornalista Anthony Muroni in programma alle 18 in Casa Cherchi. Cuoco con una laurea in antropologia, nel libro pubblicato l’anno scorso da Garzanti racconta se stesso e il mondo che vive nella cucina di un ristorante.
In serata, doppio appuntamento in piazza Italia nel segno delle tradizioni isolane. Alle 21 inizia una gara di poesia estemporanea a cura di Giuseppe Molinu. Protagonisti i poeti improvvisatori Salvatore Senes di Bonorva e Giuseppino Donaera di Ossi, accompagnati dal Tenore “S’Angelu” di Neoneli.
Fotografo attivo nell’editoria, la pubblicità, la musica e il cinema e in lavori di ricerca a tema sociale e culturale, Gianfranco Mura firma il progetto “Pastore”, suoni, canti, parole e immagini in scena alle 22.30. Sulla proiezione di settanta suoi scatti in cui ha ritratto una serie di pastori sardi di età e località differenti, Raffaello Fusaro, regista, autore e performer in teatro, leggerà e interpreterà i testi che ha scritto prendendo spunto dalle parole raccolte da Mura durante il tour fotografico, dialogando con le note di Makika, nome d’arte del musicista cagliaritano Carlo Spiga, e la cantante Valentina Casula.
Il via alla giornata di sabato 30 settembre è alle 11 a Casa Cherchi con l’incontro dal titolo “Culle vuote, scenari possibili futuri”, un focus sullo spopolamento dei piccoli paesi con la docente di Demografia e Statistica alla Facoltà di Scienze Politiche e Sociali dell’Università Cattolica di Milano Giulia Rivellini, a colloquio con la giornalista del quotidiano la Repubblica Simonetta Fiori. A seguire un aperitivo con prodotti locali.
Nel pomeriggio, alle 16 in piazza Barigadu, arriva uno dei momenti più attesi di Licanìas: “Sa Fregulada”, la gara di cucina su originali ricette a base di fregula. In lizza, nella competizione culinaria promossa con il coordinamento del Grande Maestro della ristorazione Guido Murtas e dal presidente regionale dell’Unione Cuochi Luca Saba, otto tra i migliori chef della Sardegna: Roberto Paddeu (delle Botteghe Frades di Porto Cervo), Mauro Ladu (del ristorante Cucina.eat di Cagliari), Leonardo Marongiu (del ristorante HUB di Macomer), Sara Congiu (dell’Antica Dimora “Il Gruccione” di Santu Lussurgiu), Maurizio Falchi (del ristorante Cocco & Dessì di Oristano), Francesco Murtas (del ristorante Al Gambero Rosso di Bosa), Daniele Tanda (del ristorante La Rosa dei Venti di Porto Torres) e Daniele Sechi (del Blue Restaurant e dell’Hotel Gabbiano Azzurro di Golfo Aranci).
La giuria – presieduta dall’enogastronomo Paolo Zaccaria e composta dal delegato ONAV Sardegna Quirico Mura, dallo chef del ristorante “Su Carduleu” di Abbasanta Roberto Serra, dall’enogastronomo Tommaso Sussarello e dai giornalisti Dario Cappelloni, Roberto Ripa e Pasquale Porcu – ha il compito di esaminare le ricette tenendo anche conto dei parametri dell’originalità e innovatività delle preparazioni e della capacità dei concorrenti di utilizzare prodotti “poveri”.
La serata, presentata dalla giornalista Alessandra Addari, prosegue con la degustazione dei piatti in gara a partire dalle 17. Alle 20 si incorona il vincitore della gara di cucina nella cerimonia di proclamazione e premiazione e di consegna degli attestati agli chef partecipanti.
Nel frattempo, alle 19 in piazza Italia, si discute di “Culture e sapori dei paesaggi rurali”, con Marco Bolasco, direttore area enogastronomica di Giunti Editore e consigliere di amministrazione di Slow Food, e con il coordinatore della guida I vini d’Italia de L’Espresso Maurizio Valeriani, in un incontro moderato dalla critica enogastronomica Erica Battelani.
Si resta in piazza Italia per due appuntamenti in chiusura di serata. Alle 21 spazio a Guido Catalano nel reading dei versi racchiusi nel suo libro “Ogni volta che mi baci muore un nazista” , (Rizzoli), una raccolta sui “piccoli fatti felici” della vita e dell’amore letta dal performer e poeta torinese (collaboratore di Smemoranda e ospite fisso nella trasmissione di radio2 Rai Caterpillar), che ha infranto le gabbie in cui si vorrebbero relegati i poeti per prendersi uno spazio di cui si ignorava l’esistenza.
Alle 22 è la volta dell’incantevole timbro vocale di Ginevra Di Marco. La cantante fiorentina (negli anni ’90 voce dei CSI al fianco di Giovanni Lindo Ferretti e nel successivo decennio componente dei PGR) sale alla ribalta in un live del suo ultimo album “La Rubia canta la Negra”, omaggio alla cantaora argentina Mercedes Sosa, che contiene anche tre brani inediti. Uscito lo scorso maggio per l’etichetta Funambulo/Luce Appare, il disco è fresco vincitore della Targa Tenco 2017 come miglior Album di Interprete di canzoni non proprie. Con lei sul palcoscenico Francesco Magnelli alle tastiere e Andrea Salvadori alle chitarre.
Accompagnata da Andrea Salvadori alla chitarra, Ginevra Di Marco apre anche la giornata dell’indomani, domenica primo ottobre, alle 10.30, con una serenata mattutina dal balcone della biblioteca in via san Pietro.
Alle 11 a Casa Cherchi un altro spazio di riflessione nell’incontro dal titolo “Felicità d’Italia, paesaggio, arte, musica e cibo, con la giornalista Simonetta Fiori e il docente di Storia contemporanea presso l’Università di Roma La Sapienza Piero Bevilacqua. La conversazione è seguita da un aperitivo con prodotti locali.
Dalle 11.30 alle 13 a Sa ‘omo ‘e Bona ritorna un altro momento immancabile di Licanìas: un laboratorio sulla preparazione manuale della fregula.
Nel pomeriggio tre appuntamenti. Due sono in contemporanea alle 16. Mentre nel centro storico si snoda un concerto itinerante con i cori a tenores S’Angelu di Neoneli, Sa Niera di Pattada e Gonare di Sarule, alle 16 a Casa Cherchi si fa il punto su “Industria Culturale e Festival Letterari” in una tavola rotonda con la partecipazione del giornalista e scrittore Romano Cannas (direttore della sede Rai della Sardegna dal 2003 al 2013), dell’operatrice culturale Mattea Lissia, ideatrice del festival letterario “Pazza Idea”, dello storico dell’arte Christian Caliandro e dell’archeologa Maria Antonietta Mongiu, assessore regionale all’Istruzione e ai Beni culturali nella giunta Soru, negli anni in cui ha visto la luce la legge regionale sarda sui festival e i progetti di promozione della lettura.
In piazza Barigadu, alle 17.30, un secondo appuntamento gastronomico d’eccezione con la degustazione (al costo di dieci euro) dei due piatti della tradizione culinaria neonelese preparati dalle cuoche e i cuochi del posto: “sa fregula istuvada” e la preparazione a base di carne di pecora “sa cassola”. Gli assaggi hanno l’accompagnamento musicale di Salvatore Corda all’organetto e fisarmonica.
Il gran finale di Licanìas è con Nada: la cantante toscana sarà in concerto alle 20.30 in piazza Italia con brani del suo repertorio accompagnata dalla A Toys Orchestra.

  • Altri eventi

Nutrita è la sezione degli eventi collaterali del festival. Tre i progetti per i più piccoli. Il primo è un laboratorio, a cura di Daniela Zoccheddu (Teacher Expert in P4C) secondo la metodologia, sviluppata dall’associazione CRIF – Centro di Ricerca sulla Indagine Filosofica, del “P4C Philosofy For Children”. Un approccio filosofico ed educativo, questo, che mira a incoraggiare il pensiero complesso, in prospettiva critica, creativa e valoriale (o caring), in bambini, adolescenti e adulti mediante la pratica del ragionare insieme in una Comunità di Ricerca Filosofica (CdRF). Quattro gli incontri: a Neoneli lunedì 25 settembre nella scuola dell’infanzia, martedì 26 e giovedì 28 nella scuola primaria, ad Ardauli nella scuola secondaria venerdì 29 settembre.
Si svolge nelle scuole dell’infanzia di Ula Tirso, Nughedu Santa Vittoria e Neoneli, con incontri da lunedì 25 a mercoledì 27 settembre, “I colori di Licanìas“, un laboratorio di pittura su tessuto a cura di Valeria Zaccheddu.
Mercoledì 27 nella scuola primaria di Neoneli e giovedì 28 settembre nella scuola secondaria di Ardauli va invece in scena “Scrivila la guerra”, incontro spettacolo sul libro omonimo sulla Prima Guerra Mondiale raccontata ai bambini di e con l’autore per l’infanzia Luigi Dal Cin.
Prosegue l’apertura al pubblico della mostra di pittura, inaugurata lo scorso agosto, di Marcello Bertini nell’ambito di Neoneli nel cuore, il progetto elaborato con l’Amministrazione comunale dal gruppo di artisti e creativi toscani di APE, Arte Pensiero pErsone, e coordinato dalla critica d’arte e comunicatrice, docente e social reporter Giovanna M. Carli. Un progetto nell’ambito di un gemellaggio attraverso le arti tra il paese nel Barigadu e la cittadina di San Casciano in Val di Pesa, nel Chianti. In esposizione una quarantina di dipinti, molti inediti, ispirati alla vite, al vino, ai vicoli, al genius loci, in uno scambio tra Toscana e Sardegna, Chianti e Barigadu. 
Tutti i giorni del festival è visibile nella via Falcone e Borsellino l’installazione artistica del creativo Claudio Tafani dal titolo “Vite di vite”, realizzata sempre nell’ambito del progetto Neoneli nel cuore.
Sabato 30 settembre e domenica primo ottobre, dalle 10 alle 20, nelle strade del centro storico saranno presenti vari espositori di prodotti agroalimentari e artigianali.
Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito, ma attraverso il ricavato delle degustazioni e dalle vendite del merchandising e si punta a colmare la parte scoperta delle spese di viaggio degli studenti pendolari di Neoneli che frequentano le scuole superiori.
L’ottava edizione di Licanìas è organizzata con il contributo e la collaborazione della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio e Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport), Unione dei Comuni del Barigadu, Consulta Giovani di Neoneli, Unione Cuochi Regione Sardegna, associazione nazionale Città del Vino, ONAV – Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino, cooperativa La Lettura, Il Menù di Elia Saba, Libreria Emmepi, associazione APE, Giuseppe Sedilesu, Sardegna Grand Hotel Terme, Cucina.eat, Vigne Surrau, Azienda Orro,Istituto Comprensivo di Samugheo, Scuola materna Virgo Fidelis di Neoneli, Istituto alberghiero don Deodato Meloni (Oristano).

PROGRAMMA

  • GIOVEDI 28 SETTEMBRE

ore 17:00 Casa Cherchi
OMAGGIO A MARIO SOLDATI tra letteratura e vino
Con Daniele Cernilli, Dario Cappelloni e Gianmatteo Baldi
ore 19:00 Casa Cherchi
Presentazione in anteprima della Guida Essenziale ai Vini d’Italia 2018 di DOCTOR WINE by DANIELE CERNILLI
A seguire APERITIVO con prodotti locali
ore 21:30 Piazza Italia
ESSERE NANNI MORETTI Giuseppe legge Culicchia reading

  • VENERDI 29 SETTEMBRE

ore 8:30
S’INNENNA A S’ANTIGA
Ritrovo nel piazzale della scuola – partenza per la vigna
in Località “Marchedda” – vendemmia, carico e trasporto dell’uva col carro a buoi
ore 11:00 Ritrovo in Piazza Barigadu
Pigiatura con i piedi e colazione con prodotti locali
A cura della Cooperativa “La Lettura”
ore 18:00 Casa Cherchi
CARNE TRITA
Anthony Muroni conversa con Leonardo Lucarelli
A seguire APERITIVO con prodotti locali
ore 21:00 Piazza Italia
GARA DI POESIA IMPROVVISATA IN LINGUA SARDA
Con i poeti: Salvatore Senes e Giuseppino Donaera accompagnati dal Tenore S’Angelu di Neoneli
A cura di Giuseppe Molinu
ore 22.30 Piazza Italia
PASTORE suoni canti parole immagini per i pastori
Un progetto di Gianfranco Mura
Con Valentina Casula, Raffaello Fusaro, Makika alias Carlo Spiga

  • SABATO 30 SETTEMBRE

ore 11:00 Casa Cherchi
CULLE VUOTE scenari possibili futuri
Simonetta Fiori conversa con Giulia Rivellini
A seguire APERITIVO con prodotti locali
ore 16:00 Piazza Barigadu
SA FREGULADA 2017 gara di cucina
Otto tra i migliori chef della Sardegna si sfidano con originali ricette a base di fregula
Presenta ALESSANDRA ADDARI
Coordinamento:
Elia Saba, Chef Presidente Regionale Unione Cuochi
Guido Murtas, Grande Maestro della Ristorazione
Presidente della giuria: Paolo Zaccaria – enogastronomo
ore 17:00 Centro Storico
TOUR ENOGASTRONOMICO
Degustazione dei piatti in gara
ore 19:00 Piazza Italia
CULTURE E SAPORI DEI PAESAGGI RURALI
Tra libri e digitale
Erica Battelani dialoga con Marco Bolasco, Direttore area
enogastronomica GIUNTI e consigliere di amministrazione
SLOW FOOD e Maurizio Valeriani, coordinatore guida vini
d’Italia de L’Espresso
ore 20:00 Piazza Italia
Proclamazione vincitore SA FREGULADA 2017
ore 21:00 Piazza Italia
GUIDO CATALANO: Ogni volta che mi baci muore un nazista
Reading
ore 22:00 Piazza Italia
GINEVRA DI MARCO: La Rubia canta La Negra
Concerto dedicato a Mercedes Sosa

  • DOMENICA 1 OTTOBRE

ore 10:30 Via San Pietro, dal balcone della biblioteca
GINEVRA DI MARCO E ANDREA SALVADORI
Serenata mattutina
ore 11:00 Casa Cherchi
FELICITÀ D’ITALIA paesaggio, arte, musica, cibo
Simonetta Fiori conversa con Piero Bevilacqua
A seguire APERITIVO con prodotti locali
dalle ore 11:30 alle ore 13:00 Sa ‘omo ‘e Bona
FAINAS DE COGHINA
Laboratorio sulla preparazione manuale della fregula
ore 16:00 Centro Storico
CANTANDO A TENORE concerto itinerante
Con il tenore S’Angelu di Neoneli, il tenore Sa Niera di Pattada
e il tenore Monte Gonare di Sarule
ore 16:00 Casa Cherchi
INDUSTRIA CULTURALE E FESTIVAL LETTERARI
Marcello Cocco conversa con Romano Cannas, Mattea Lissia,
Christian Caliandro e Maria Antonietta Mongiu
ore 17:30 Piazza Barigadu
SA FESTA DE SA FREGULA ISTUVADA E DE SA CASSOLA
Degustazione dei due piatti locali, accompagnata della
fisarmonica e dall’organetto di Salvatore Corda
ore 20:30 Arena Licanias
NADA & A Toys Orchestra – concerto finale

I LABORATORI DI LICANIAS

  • LUNEDI 25 SETTEMBRE

ore 10:00
Scuola dell’infanzia di NEONELI
Crif – P4C Philosophy For Children
ore 10:00
Scuola dell’ infanzia di ULA TIRSO
I COLORI DI LICANIAS
Laboratorio di pittura su tessuto
Con Valeria Zaccheddu

  • MARTEDI 26 SETTEMBRE

ore 10:00
Scuola primaria di NEONELI / classi 1^ e 2^
Crif – P4C Philosophy For Children
ore 10:00
Scuola dell’ infanzia di NUGHEDU SANTA VITTORIA
I COLORI DI LICANIAS
Laboratorio di pittura su tessuto
con Valeria Zaccheddu

  • MERCOLEDI 27 SETTEMBRE

ore 10:00
Scuola primaria di NEONELI
SCRIVILA, LA GUERRA
Spettacolo teatrale di e con Luigi Dal Cin
ore 10:00
Scuola dell’infanzia di NEONELI
I COLORI DI LICANIAS
Laboratorio di pittura su tessuto
Con Valeria Zaccheddu

  • GIOVEDI 28 SETTEMBRE

ore 10:00
Scuola secondaria di ARDAULI
SCRIVILA, LA GUERRA
Spettacolo teatrale di e con Luigi Dal Cin
ore 10:00
Scuola primaria di NEONELI / classi 3^, 4^ e 5^
Crif – P4C Philosophy For Children

  • VENERDI 29 SETTEMBRE

ore 10:00
Scuola secondaria di ARDAULI
Crif – P4C Philosophy For Children

LE MOSTRE E LE ESPOSIZIONI

Tutti i giorni del festival, dalle ore 10:00 alle 22:00
Salone Corrale
Mostra del pittore toscano MARCELLO BERTINI
IL PAESAGGIO DI NEONELI E LA TOSCANA. TRA MATERIA E LUCE, TRA NATURA E SOGNO
Curatrice: Giovanna Maria Carli, Critico d’Arte
Tutti i giorni del festival
Via Falcone e Borsellino
Installazione artistica a cura del creativo CLAUDIO TAFANI
VITE DI VITE
Curatrice: Giovanna Maria Carli, Critico d’Arte
Sabato e domenica, dalle ore 10:00 alle 20:00
Centro Storico
ESPOSIZIONE DI PRODOTTI AGROALIMENTARI E ARTIGIANALI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *