IL TEATRO DELL'ANIMA IN "IL MALATO IMMAGINARIO" DI MOLIERE. CON LA REGIA DI ELISA PIANO, IL 1° LUGLIO A QUARTU SANT'ELENA


con Elisa Piano

In un contesto sistematico di grande comicità emerge la figura tragica del protagonista Argante. La sua ipocondria, infatti, nasconde un’estrema fragilità, la difficoltà di vivere nel mondo, di affrontare i problemi della vita quotidiana e il mondo delle relazioni umane. La protagonista in assoluto è, come spesso accade nelle opere di Molière, la solitudine dell’uomo connessa all’incapacità di fronteggiare, con l’acquisizione delle proprie responsabilità, la dura realtà della precarietà esistenziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *