AD UN PASSO DALLA GLORIA: STUPENDO PERCORSO DELLA DINAMO SASSARI IN COPPA ITALIA. PERSA SOLO LA FINALE CON MILANO


Un match combattuto e giocato in equilibrio per 37’: la Dinamo Banco di Sardegna cade con onore sul parquet del PalaFiera del Centro Fieristico di Rimini contro una aggressiva e competitiva Milano. I giganti non riescono a fare la volata finale e cedono negli ultimi 2’: Milano vince la Coppa Italia 2017. Il Banco però esce a testa altissima al termine di una corsa meravigliosa che lo ha condotto dai quarti contro Avellino, passando per la semifinale con Brescia, fino a cercare l’impresa contro la prima forza del campionato. Un risultato che riempie di orgoglio l’intera isola, che oggi ha dato prova della sua passione invadendo Rimini e facendo sentire la propria voce per tutti i 40’, anche quando Milano aveva già la vittoria in cassaforte. Orgoglio, determinazione, energia, voglia di combattere: la Dinamo esce da questa serata con ottimi motivi per tornare in campo ancora più affamata e consapevole dei propri mezzi.

Per la terza volta nella sua storia la Dinamo Banco di Sardegna affronta la finale di Coppa Italia e per la seconda volta l’avversario designato è l’Olimpia. Ancora una volta la sfida Sassari-Milano, ancora una volta la battaglia in campo tra queste due squadre scriverà una pagina di storia. Meraviglioso e commovente il popolo biancoblu, che si è mosso in massa per raggiungere Rimini e dare il proprio sostegno ai giganti: un vero sesto uomo, pronto al sacrificio per dare tutto e far sentire la propria voce.

Coach Pasquini manda in campo Bell, Lacey, Devecchi, Sacchetti e Lydeka, coach Repesa risponde con Hickman, Kalnietis, Raduljica, Pascolo e Sanders. Partenza sprint dei giganti che mettono a segno un break di 7-0: apre le danze Lydeka, bomba del capitano e appoggio al ferro di Lacey. L’Olimpia trova i primi due punti con Macavn dopo quasi 5’, Lacey e Bell colpiscono dall’arco per il +10 sassarese. Hickman, Kalnietis e l’ex Sanders sbloccano le scarpette rosse e il primo quarto si chiude 11-19.  Nella seconda frazione Carter si iscrive a referto con due bombe di fila; McLean fa la voce grossa sotto canestro. Alleyoop di Lawal servito da Sacchetti, Sanders accorcia dai 6,75 ma Lacey ricaccia indietro gli avversari. Una tripla di Hickman chiude il primo tempo 34-36. Al rientro dall’intervallo lungo l’Olimpia scende in campo con un’altra faccia. Sanders infila due triple, coast to coast di Carter che va fino in fondo: passato e presente della Dinamo si sfidano in un duello appassionante. Hickman dall’arco e 2+1 di Pascolo: Milano mette la testa avanti. Le scarpette rosse scavano il +9. Reazione sassarese condotta da Lawal, rebus per la difesa lombarda. Savanovic, Stipcevic e Bell siglano un 7-0: al 30’ il tabellone dice 56-54. Giganti a un possesso di distanza.  Stipcevic e compagni restano a contatto ma non riescono a ristabilire la parità. Milano prova a scappare via, condotta da Hickman, e ritocca il massimo vantaggio. Dusko Savanovic innesca la reazione dei giganti aprendo un break di 10-4 che riporta il Banco a un possesso di distanza. Macvan non sbaglia dalla lunetta, i giganti non trovano il canestro per restare a contatto e il 2+1 di Kalnietis dice +8 a 27’’ dalla fine. Quando Hickamn infila iliberi scorrono i titoli di coda. Milano conquista la Coppa Italia ma i giganti escono a testa altissima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *